Capelli d’estate, le cinque mosse per non rovinare la chioma

Arriva l’estate e si deve ricorrere ai ripari, in quanto come cambia la stagione cambia la beauty routine per corpo e capelli. I capelli al mare, infatti, hanno bisogno di una dose extra di protezione e dolcezza che li metta al riparo dagli spiacevoli danni dei raggi UV e della salsedine. Occhio quindi: il sole provoca danni non solo alla pelle, ma anche alla fibra capillare, che va protetta con filtri solari e prodotti specifici per preservare l’idratazione e il colore.

Please follow and like us:

Tagli capelli estate 2019: le tendenza moda per hair style lisci, ricci e mossi

Lisci come seta o ricci come fusilli? O schiariti e luminosi nelle frizzanti beachwave? Ecco tante idee per i tagli di capelli più trendy dell’estate 2019.

L’estate galoppa e i trend hair, dai colori freddi e intensi e dagli haircut invernali, si stanno già adeguando alla stagione del sole, del sale marino e delle lunghe (o corte) chiome al vento. Il 2019 vede regnare i corti, anche e soprattutto nei mesi più caldi. Il classico caschetto, che torna dagli anni ’90 con tutta la sua allure chic, devia verso stili più mossi e messy, dando un tocco frizzante e movimentato.

Le ricce potranno dedicarsi alle loro capigliature leonine, le lisce possono regolare i loro capelli e scegliere se portarli lunghissimi, alle spalle o corti, mentre le beachwave anche quest’anno si preparano a dominare le spiagge (associate alle schiariture naturali, non potrebbero essere più trendy). Non mancano baby bangs, piccole frange aperte e corte, sbarazzine e leziose.

Ecco quali sono i tagli di capelli da portare l’estate 2019 per essere di tendenza, tra bagni di sole, cocomeri e spray abbronzanti.

Tagli capelli primavera / estate 2019 lisci

I lisci stanno vivendo un momento di splendore negli ultimi anni, unito alla specificità eterna di una chioma ordinata e lucente. È l’anno dei corti e i coiffeur internazionali consigliano alle clienti di optare per un long bob o uno short bob, ma allo stesso tempo il classico taglio alle spalle o a metà schiena, con una rifinitura pari o sfilata, continua a essere eterno e moderno.

Gli haircut lisci per l’estate 2019 prescrivono righe in mezzo o laterali, frangette mini o ciuffetti sollevati sulla sommità della testa, come dettavano gli anni ’90. È il momento di insistere con il proprio balayage: i tagli lisci mettono in evidenza i colpi di luce, le sfumature e le schiariture.

Questo liscio morbido e con qualche impercettibile onda cade in modo naturale con una riga in mezzo. Luminoso e lucente, l’haircut mette in risalto i riflessi naturali.

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

Tagli capelli mossi primavera / estate 2019

Il mosso è il vero grande protagonista del 2019 ed è pronto ad adattarsi sia ai tagli lunghi e lunghissimi sia ai long bob, movimentando con qualche onda chiassosa una chioma troppo ordinaria. I capelli mossi intercettano un trend estivo che torna, puntuale, ogni anno: le splendide beachwaves, le onde naturali che si creano con il sale del mare e sono messe in risalto dalle schiariture del sole.

Per averle basta fare il bagno nel mare (magari aiutandosi poi con uno spray marino) e lasciar asciugare la chioma al sole. Chi ha i capelli-spaghetti di natura può optare sempre per una piastra, un ferro o una leggera permanente.

I capelli mossi impongono libertà e personalità: chi vuole definire le onde una a una col ferro può farlo, ma tra i must have c’è quello di lasciare la propria chioma “messy”, così com’è, senza disciplinarla troppo. L’effetto naturale continua a essere irresistibilmente trendy.

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

Come proteggere dal sole estivo i capelli lunghi

capelli lunghi d’estate sono tanto belli e scenografici quanto delicati e bisognosi di cure. Il sole rischia di seccare, disidratare e “cuocere”la chioma, tanto da rendersi conto che il solito balsamo non è sufficiente a risanare la propria capigliatura. Per proteggere i capelli nel modo migliore occorre riporre, almeno per qualche settimana, phon e soprattutto piastre, farli asciugare all’aria, evitare trattamenti (come la decolorazione) troppo aggressivi e utilizzare uno spray protettore.

Ci sono diversi prodotti che fungono da schermo – proprio come le creme solari – tra i raggi dannosi del sole e la chioma, evitando i danni. Contestualmente, i capelli vanno nutriti continuamente con maschere e impacchi che li idratano e rendono morbidi e lucidi.

 

Please follow and like us:

Balayage biondo, rosso e castano: le idee per portare la luce sulla chioma a seconda del vostro colore

Cos’è il balayage?

Il balayage è una tecnica di colorazione con cui è possibile schiarire il proprio colore naturale di capelli creando degli effetti di luce ad hoc, per valorizzare il taglio, l’acconciatura e i lineamenti del viso.

Perché sceglierlo?

Il vantaggio del balayage? Illumina la chioma senza creare un contrasto troppo artificiale, grazie alle schiariture tono su tono molto sottili. Il colore diventa così multisfaccettato, con un effetto tridimensionale, perfetto per dare corpo e volume ai capelli fini.

A chi è adatto?

Il balayage è adatto proprio a tutte, sia che abbiate i capelli biondiche rossi o castani. Tutto sta nel scegliere la tonalità giusta, in modo che si armonizzi al meglio con il nostro colore di base.

Per un risultato a prova di errori, rivolgetevi sempre Piacersi e Piacere di Ravenna, per farvi consigliare al meglio sul colore più indicato per voi.

Balayage castano caramello: per illuminare i capelli castani

Per portare dinamicità su una chioma castana optate per un balayage color caramello, perfetto per rendere i lineamenti più dolci e scolpire l’hairlook con giochi di luce caldi senza creare un eccessivo stacco con il colore di base.

Prendete ispirazione da Ariana Grande, con gli highlights caramello sottilissimi distribuiti lungo tutta la chioma, soprattutto se avete i capelli lunghi e lisci.

Lucy Hale ha invece optato per un effetto ombré, giocando con le schiariture soltanto da metà capigliatura in giù, così come Olivia Wilde che ha scelto però una tonalità di caramello più chiaro. In questo caso, il balayage è valorizzato da una piega mossa, da realizzare su capelli medio-lunghi.

 

 

Balayage biondo miele: per dare tridimensionalità ai capelli biondi

capelli biondi spesso sono più fini e con poco volume. Per dare più texture e corposità alla chioma, giocate con dei colpi di luce color biondo miele, per dare luminosità al volto e valorizzare il taglio di capelli.

Se avete i capelli lunghi ispiratevi alle onde voluminose di Blake Lively, con un balayage realizzato ad arte per accentuarne il movimento. Lo stesso effetto è quello scelto da Gigi Hadid per rendere più radiosa la sua base biondo cenere.

Il balayage è la soluzione perfetta anche nel caso dei capelli medio-corti, come nel caso di Rosie Huntingon-Whiteley che ha optato per un messy bob scalato.

Balayage rosso rame: per scaldare i capelli scuri

Si può realizzare una schiaritura naturale anche con un balayage sui capelli scuri, in questo caso optate per un colore caldo come il rameper rendere la tinta più luminosa e ricca di riflessi interessanti.

Tra le star che hanno optato per un balayage dai toni ramati troviamo Rihanna, con cui ha schiarito i suoi capelli color caffè in maniera naturalissima. Julia Roberts ha messo ancora più in risalto il suo castano ramato con un balayage sottilissimo tono su tono, mentre Kate Mara ha illuminato il suo castano medio con giochi di luce calda dai riflessi infuocati.

Balayage biondo, rosso e castano: i look delle star a cui ispirarsi

Siete in cerca di ispirazione per trovare il colore di balayage che più fa per voi? Sfogliate la gallery per trovare altre idee da copiare.

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

Balayage A Ravenna:

Per maggiori informazioni riguardo a questo trattamento, prenotare un appuntamento o qualsiasi altra cosa, potete contattarci qui o venire a trovarci in Via Cassino 73 A Ravenna. Paolo Equipe sarà lieta di aiutarvi.

 

 

Please follow and like us:

Capelli biondo platino: meches, degradè, shatush e balayage

Tutti i biondi sono affascinanti, ma oggi parleremo del platino e di come questa nuance particolare possa essere declinata e associata a vari servizi tecnici in salone.

Le tecniche più usate in salone e amate dalle blonde addicted sono sicuramente:

  • le intramontabili meches
  • il nuovo degradè
  • il seducente shatush
  • il dolce balayage

Ma quale tecnica sarà la più adatta a te? Meches, degradè, uno shatush o un balayage nei toni del platino? Quale potrebbe essere la scelta giusta? Vediamo insieme l’opzione migliore secondo il proprio tipo di capello e colore di base!

 

Meches biondo platino

Le meches color platino sono sicuramente consigliabili a chi già di base parte da capelli chiari, questo perché la meches usa una tecnica che prende ciocche sottili e abbastanza regolari e le schiarisce in un unico tono di decolorazione dalle radici alle punte. Questo comporterà una schiarita molto ben definita, che nasce alla radice e finisce sulle punte,con  un distacco abbastanza evidente e per questo motivo si sconsiglia su una base troppo scura.

Le meches tendono a dare un effetto ottico di volume quindi sono particolarmente consigliate a chi non ha una grande quantità di capelli o li ha troppo sottili e tendenti all’effetto piatto.

 

Degradè biondo platino

Il degradè è fra tutte le tecniche quella che tende a un vero e proprio effetto naturale di schiaritura, questo perché  le ciocche sottilissime che vengono decolorate, in base al tono di base dei capelli vengono schiarite di uno o massimo due toni, quindi totalizzate per dare un effetto molto soft e di luminosità intensa senza stravolgere il colore base dei capelli. La decolorazione a differenza delle meches non parte dalla radice ma circa due dita sotto.

Il degradè platino è quindi prerogativa di chi ha già una base bionda fredda o biondo burro.

La bellezza e la forza del degradè è che sta bene tutte su qualsiasi colore di capelli. L’effetto estremamente naturale fa di questa tecnica una delle più richieste e più facili da portare.

 

Shatush biondo platino

Lo shatush biondo, nato con Belen Rodriguez e moltissime altre vip televisive e non, consiste nel cotonare i capelli e decolorarne le lunghezze di almeno 2-3 toni. Questa tecnica porta a un effetto finale estremamente netto, un abbondante radice scura che scende fino a circa 1o/ 30 cm con lunghezze molto molto chiare. Il risultato baciata dal sole è assicurato, forse un po’ wild, adatto per chi desidera un look più aggressivo, dinamico e grintoso. Lo shatush con schiarite platino è consigliabile a chi ha base castana anche scura, proprio perché l’effetto contrasto è d’obbligo.

 

Prendersi cura del biondo platino

Un colore simile può sembrare una vera sfida, ma basta utilizzare i prodotti giusti per sfoggiare sempre un colore brillante. Innanzitutto è bene richiedere l’applicazione di Olaplex per evitare i danni da decolorazione, specialmente per chi ha una base super scura. Nutrire il capello con il trattamento professionale N°3 è l’ideale, soprattutto se hai intenzione di applicare prodotti stressanti o utilizzare la piastra: in questo modo, puoi garantire la massima protezione alla tua chioma.

Puoi applicare uno shampoo per capelli colorati per far durare il più possibile il colore, preservandolo con una buona maschera o un siero ricco di minerali.

Se il colore scarica, niente paura: applica una maschera illuminante che contenga dei pigmenti, così ripristinerai la brillantezza senza ricorrere al parrucchiere. Un ottimo modo per risparmiare e tamponare il problema quando il biondo diventa giallo.

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

 

In quale salone a Ravenna?

Da Piacersi è Piacere a Ravenna, potete trovare tutti questi trattamenti. Per maggiori informazioni vieni a trovarci in Via Cassino 73, o contattaci al 0544-400 385

 

Please follow and like us:

Olaplex: il rivoluzionario trattamento ristrutturante per capelli

Tutte noi amiamo avere capelli curati ma spesso, se avete l’abitudine di ricorrere a trattamenti piuttosto aggressivi quali tinte e decolorazioni chimiche, inevitabilmente la chioma tende a risentirne. In commercio esistono numerosi trattamenti più o meno efficaci atti a riparare la fibra del capello, ma il più delle volte si rivelano veri e propri palliativi che conferiscono sì un aspetto migliore alla chioma, ma purtroppo solo temporaneo.

Dagli Stati Uniti finalmente arriva prepotentemente anche sul mercato europeo un trattamento davvero rivoluzionario: si chiama Olaplex, e se negli USA ha letteralmene spopolato mandando in visibilio star come Kim Kardashian!

Olaplex: di che si tratta?

Olaplex non è altro che un trattamento ristrutturante che va a ricostituire letteralmente la fibra capillare riparandola a preservandola dai danni causati da trattamenti aggressivi che effettuiamo sulla nostra chioma. Olaplex è caratterizzato da un unico ingrediente attivo e brevettato, il bis-aminopropyl diglycol dimaleate, inventato dal Dr. Eric Presly e dal Dr. Craig Hawaker, scienziati accreditati e riconosciuti a livello internazionale nel settore dell’ingegneria molecolare.

In parole molto semplici Olaplex agisce efficacemente andando a riparare i ponti di zolfo (legami disolfuro) danneggiati e presenti all’interno del capello a causa di continue esposizioni a sostanze chimiche, decolorazioni e colorazioni, calore e stress meccanico determinato da pieghe e piastre.

Olaplex in questo modo ripara efficacemente la fibra capillare conferendo alla chioma un aspetto sano ed esteticamente migliore.

Olaplex: come agisce?

Una delle componenti dei nostri capelli, insieme alla cheratina, è la cisteina: questa particolare proteina è caratterizzata da un atomo di zolfo. Nel capello sano e non trattato, queste proteine vanno ad unirsi insieme attraverso un “legame di-solfuro“, legame che viene intaccato dal momento in cui andiamo ad effettuare un trattamento aggressivo come una decolorazione o una permanente.

olaplex-risultati-ravenna

Le molecole brevettate che costituiscono la formulazione di Olaplex intervengono nel momento stesso in cui il capello risulta danneggiato, ripristinando i naturali legami tra proteine (cisteina) e riportando in questo modo il capello al suo stato ottimale.

Olaplex: da chi può essere utilizzato?

Olaplex può essere utilizzato da tutti e su qualsiasi tipo di capello, che sia riccio o liscio. Può essere unito direttamente con polvere e pasta decolorante, nel colore base, nei gloss, nei sistemi alla cheratina, nei sistemi di forma permanente, da solo come trattamento ricostruttivo. oppure utilizzato da solo come semplice trattamento. Non possiede controindicazioni ed è un prodotto che garantisce risultati visibili già dalla prima applicazione.

Olaplex: Trattamenti a Ravenna

Piacersi è Piacere in Via Cassino 73 a Ravenna è un salone Certificato Olaplex ©. Per maggiori informazioni riguardo a questo trattamento, prenotare un appuntamento o qualsiasi altra cosa, potete contattarci qui o venire a trovarci. Paolo Equipe sarà lieta di aiutarvi.

 

 

Please follow and like us:

Shikakai: come usare la polvere indiana per lavarsi i capelli

Lavarsi i capelli senza usare lo shampoo è possibile. Tra le alternative allo shampoo classico di cui vi avevamo già parlato troviamo la farina di ceci e l’argilla marocchina ghassoul (chiamata anche rhassoul). Ora vi parliamo della shikakai, una polvere naturale adatta alla cura dei capelli di origine indiana.

La shikakai viene ricavata dall’Acacia concinna, una pianta originaria dell’Asia. Si tratta di un estratto naturale venduto sotto forma di polvere che viene miscelato con acqua per ottenere un composto dalla consistenza adatta all’applicazione sui capelli e sul cuoio capelluto.

La parola shikakai si può tradurre letteralmente come “frutto per i capelli”. In oriente la polvere di shikakai viene considerata un approccio migliore per la cura di capelli rispetto ai comuni shampoo. Viene utilizzata soprattutto in caso di forfora, per rinforzare i capelli e per aiutarli a crescere.

La shikakai funziona perché viene ricavata dalla corteccia della pianta di Acacia concinna, che è ricca di saponine, dei detergenti naturali. Si tratta di un prodotto delicato che viene consigliato alle persone con pelle sensibile in alternativa allo shampoo.

Come usare la shikakai per lavarsi i capelli

L’utilizzo della shikakai è molto semplice. Si tratta di preparare un composto cremoso miscelando questa polvere indiana con dell’acqua tiepida. Una volta preparato il composto, lo si deve massaggiare sui capelli e sul cuoio capelluto proprio come uno shampoo. Si lascia agire per qualche minuto come un normale shampoo e si risciacqua con acqua tiepida.

In alternativa potrete usare la shikakai unita all’acqua anche come impacco rinforzante per i capelli, aumentando i tempi di riposo del composto prima del risciacquo. La shikakai non è un prodotto aggressivo, ma se avete i capelli secchi potete procedere a cospargerli con qualche goccia di olio di cocco prima di utilizzare la shikakai come impacco o come shampoo.

Nell’uso tradizionale della shikakai, con riferimento alle donne indiane, l’utilizzo della polvere lavante viene preceduto da un massaggio del cuoio capelluto con olio di cocco o con olio di ricino. L’olio viene lasciato agire per 2 o 3 ore. Poi si passa ad un impacco o ad uno shampoo con la shikakai, per eliminare l’olio.

Per utilizzare la shikakai come shampoo o come impacco per capelli fate così. A seconda della lunghezza dei capelli mescolate 2 o 3 cucchiai di shikakai con acqua calda, aggiungendola a poco a poco, fino ad ottenere una miscela omogenea.

Quando il composto si sarà raffreddato, applicatelo direttamente sui capelli umidi e lasciate in posa per 10-15 minuti, nel caso del normale shampoo. Se volete invece fare un impacco con la shikakai, tenete conto che un tempo superiore ai 30 minuti intensifica il suo effetto sul cuoio capelluto e sui capelli. Massaggiate cuoio capelluto e capelli con il composto di acqua e shikakai e infine risciacquate con acqua tiepida.

Dove trovare la shikakai a Ravenna

Potrete trovare la shikakai in polvere come alternativa naturale per il lavaggio dei capelli da Piacersi è Piacere.

Interessato in questo tipo di trattamento? Ti Aspettiamo da Piacersi è Piacere a Ravenna in Via Cassino,73.

Please follow and like us:

10 miti da sfatare sulle extensions per capelli

Le donne oggi amano cambiare il loro look sempre più spesso. A partire dal colore, al taglio alla semplice piega non hanno freni ne vogliono limiti.

Le extensions per capelli sono la soluzione ideale per quelle donne che amano cambiare spesso la loro immagine. Dal capello lungo, elegante e femminile, a quello corto, stilizzato e glamour, eliminando l’attesa di dover aspettare la ricrescita.

Disponibili in una ampia gamma di colori le extension aggiungono volumelunghezza e permettono di sperimentare nuovi look senza intervenire in modo aggressivo sulle acconciature.

Sulle extensions si sono concentrate alcune affermazioni causa di possibili preoccupazioni che possono allontanare le possibili utilizzatrici dal loro utilizzo. Di seguito riportiamo le affermazioni più comuni sulle extension:

1) Le extensions sono unicamente per le donne vanitose

La maggior parte delle persone crede che un’acconciatura ricercata sia un capriccio e non una necessità. Quasi il 40% delle donne avverte il diradamento dei capelli intorno ai 35 anni. In alcuni casi si tratta di fattori clinici curabili.

La soluzione, in attesa dell’esito della cura, può essere l’applicazione di extensions leggere come le GL TAPES di Great Lengths che, mescolandosi con i propri capelli, conferiscono all’acconciatura un aspetto più naturale senza per questo danneggiarli.

 

2) Le extensions per capelli sono costose

Molte donne pensano che l’applicazione di extension per capelli sia al di fuori della loro portata.

Questa affermazione poteva essere vera diversi anni fa quando il costo dell’applicazione delle extension era appannaggio di poche. Oggi non è più necessario investire un capitale per rinnovare il proprio look.

Un’applicazione di extensions semplice con Clip costa come un trattamento ristrutturante alla cheratina o come un Tye & Dye.

Certo, le extension con capelli naturali hanno costi leggermente più elevati rispetto a quelle sintetiche. Ma il maggior costo è compensato in termini di qualità e durata.

3) Le extensions danneggiano i capelli

Questa affermazione è probabilmente uno dei più grandi miti sulle extensions e la maggior parte delle donne evita di provarle per paura di danneggiare la propria capigliatura.

La verità è che le extension, se applicate professionalmente, non danneggiano i capelli aumentando invece la loro massa e proteggendoli. Ci sono clienti che applicano le extensions anche 3 o 4 volte l’anno.

Il danneggiamento dei capelli può avvenire a causa di applicazione di extensions sintetiche e/o extensions naturali di scarsa qualità e soprattutto da una applicazione non professionale.

Non fidatevi degli improvvisatori. I saloni certificati per l’applicazione delle extensions Great Lengths (incluso Piacersi è Piacere di Ravenna) hanno seguito un corso specifico presso Great Lengths Italia e sono continuamente aggiornati sulle nuove tecniche di applicazione e cura delle extensions.

4) Le extensions sono difficili da mantenere

Se installate correttamente da un salone certificato Great Lengths, le extension non hanno bisogno di assistenza professionale su base regolare. L’aspetto fondamentale è la pazienza e la costanza nella loro cura. Seguendo le semplici indicazioni del vostro parrucchiere prendersi cura delle proprie extensions è meno stressante di quanto si pensi.

5) L’origine dei capelli è di fonte incerta e a volte discutibile.

Come per tutti i mercati anche in quello delle extensions l’offerta è estremamente varia. Dalle extension economiche a quelle premium.

L’origine ed il processo di lavorazione delle extensions Great Lengths sono certificati: solo capelli remy e produzione in Europa secondo rigorosi standard.

Trattandosi di un prodotto che contribuisce al vostro aspetto la scelta è ovvia.

6) L’applicazione delle extensions limita le attività sportive

Le ciocche delle extensions Great Lengths vengono applicate con un polimero a base di cheratina che imita alla perfezione la struttura dei capelli espandendosi quando bagnati e contraendosi quando asciutti. Sono molto solide ed estremamente sicure.

Con alcune precauzioni si possono indossare le extension anche se si adotta uno stile di vita sportivo.

7) L’applicazione delle extension rallenta la crescita dei capelli

Non esiste alcun effetto negativo dell’applicazione delle extensions sulla crescita dei capelli. In media i capelli crescono di un centimetro e mezzo al mese e, con l’applicazione delle extensions continueranno a crescere come al solito.

In alcuni casi le extension sono utilizzate quando le donne stanno cercando di far crescere i propri capelli naturali ad una lunghezza desiderata.

8) Le extensions sono visibili in mezzo ai capelli

Un’applicazione di extensions eseguita professionalmente si confonde perfettamente nei tuoi capelli.

Ciò significa che è quasi invisibile all’occhio nudo. Dipende dalla perizia del parrucchiere su dove e come applicarle. In caso di applicazione di ciocche colorate il risultato deve evidenziare le ciocche nascondendo la parte relativa all’applicazione.

9) Le extensions sono poco confortevoli da portare

Un miglioramento del proprio aspetto estetico non deve essere un disagio.

Quando le extension sono installate correttamente da un professionista, non si avvertirà alcun disagio, né durante l’installazione né durante la vita di tutti i giorni.

Può accadere nei primi 1/2 giorni dopo l’applicazione di avvertire un leggero disagio ad esempio durante il sonno o raccogliendo i capelli a coda di cavallo.

Con il passare del tempo le extensions tendono ad adattarsi ai tuoi capelli nel modo più naturale possibile.

In alternativa è possibile adottare le nuove extension GL TAPES, più facili e veloci da applicare e rimuovere.

10) Le extensions possono essere portate con un solo stile

Le extension dei capelli possono essere indossate in molti stili. L’unica considerazione da fare a monte è il tipo di extension da applicare.

Le extension naturali con capelli umani (remy) si comportano come capelli reali! E fintanto che se ne prende cura, con l’utilizzo di strumenti e prodotti di styling adatti, è possibile personalizzare la propria acconciatura in qualsiasi modo proprio come con i capelli naturali. Per maggiori informazioni riguardo alle extension GreathLengths, prenotare un appuntamento o qualsiasi altra cosa, lo staff di Piacersi è Piacere sarà lieto di aiutarvi. Contattaci, o raggiungici in via Cassino 73 a Ravenna.

Please follow and like us:

Trattamento capelli Olaplex: semplicemente rivoluzionario!

Il trattamento capelli Olaplex: non un trend ma una vera e propria Rivoluzione nel mondo della Cosmesi!

I capelli di una donna sono quasi sempre soggetti a stress chimici, meccanici e termici, quali colorazioni, schiariture (meches, colpi di sole, etc..), permanenti e decolorazioni. Queste procedure le permettono di cambiare look e di vedersi con occhi diversi, ma non aiutano di certo la salute dei suoi capelli.

Tuttavia, c’è un metodo per poter continuare a “rinnovarsi” e contemporaneamente a preservare nel tempo l’integrità della propria chioma: il trattamento ristrutturante capelli Olaplex, un servizio professionale che porta benefici straordinari se applicato su capelli rovinati e indeboliti e che può essere applicato comodamente a casa!

Questo prodotto di ricostruzione capelli rovinati non si limita ad agire superficialmente sulle cuticole, ma arriva fino in profondità all’interno del capello, lavorando in perfetta sintonia con le sue molecole. Ha un’azione ristrutturante, che ricongiunge i ponti bisolfuri che formano la struttura portante della fibra capillare. Alla sua straordinaria efficacia si aggiunge un’incredibile semplicità di utilizzo, che consiste nell’applicare il prodotto e lasciarlo in posa, mantenendo i risultati del sistema grazie a pochissimi passaggi.

Come avrete capito, stiamo parlando di un ristrutturante capelli di alta qualità, capace di ricostruire la struttura e l’integrità del capello, permettendo di moltiplicare e rinsaldare i legami di solfuro danneggiati, in modo da poter eseguire un nuovo servizio di colorazione e schiaritura senza gravare sulla salute del capello.

Le prime due fasi (NO. 1 BOND MULTIPLIER e NO.2 BOND PERFECTOR) possono essere effettuate, prima e / o dopo un servizio chimico in salone una o più volte alla settimana. Per continuare a beneficiare degli effetti positivi senza l’intervento di un professionista, subentrerà poi il prodotto 3, che come già abbiamo detto è facilmente utilizzabile in modo autonomo.

Olaplex capelli è compatibile con tutte le tipologie di cuoio capelluto, da quelli più vergini a quelli estremamente trattati e danneggiati e i risultati sono visibili sin dalla prima applicazione. Combina un delicato profumo di fiori e vaniglia, con la ricostruzione interna, l’immediata idratazione, l’estrema morbidezza e l’elasticità della nostra chioma! Il prodotto è privo di silicone, solfati, ftalati, DEA, aldeidi, glutine e non è mai testato su animali: un unico ingrediente che cambia tutto!

Olaplex: come si usa?

Quasi ogni giorno i capelli di una donna vengono maltrattati. Piastre, arricciacapelli, tinte, schiariture… e i segni sulla nostra chioma sono evidenti! Ormai il danno è fatto e ma per fortuna le cicatrici causate da stress chimici, termici e meccanici possono essere cancellate.  Olaplex trattamento ristrutturante per capelli danneggiati rappresenta il primo passo per trasformare in meglio i nostri capelli rovinati e conferirgli morbidezza e forza. Ma, come si usa Olaplex? Le fasi del trattamento sono tre e prevedono una fase di preparazione dei prodotti seguita dall’effettiva applicazione:

Fase 1

  • La prima fase prevede di mescolare 15 ml di No 1 bond multiplier con 85 ml di acqua in una bottiglia (senza utilizzare un flacone spray), per poi applicarlo dalle radici alle punte su capelli bagnati e tamponati.
  • E’ consentito eseguire uno shampoo leggerissimo per rimuovere l’eccesso di sporco.
  • Dopo aver saturato i capelli e averli pettinati per bene, lasciare in posa per 10 o più minuti.

Fase 2

  • Senza risciacquo, ha inizio la seconda fase, con l’applicazione di una quantità generosa (15 ml) di No 2.
  • Dopo aver ancora un volta pettinato i capelli per distribuire bene il prodotto, lasciarlo in posa per un minimo di 10 minuti o più. Se i capelli sono molto danneggiati si consiglia di prolungare il tempo di posa.
  • Infine si può procedere con le abituali procedure di lavaggio: sciacquare, lavare con uno shampoo e applicare un conditioner.

Fase 3

  • La terza fase è da effettuare a casa e prevede l’utilizzo, tra i vari trattamenti in salone, di Olaplex No 3, per mantenere i risultati ottenuti dal parrucchiere in autonomia.

No.1 bound multiplier, indicazioni!

  • COLPI DI SOLE IN CARTINE: Ricostruzione Olaplex #1 può essere utilizzato per effettuare processi di schiaritura. È importante prestare particolare attenzione alle dimensioni del dosatore del decolorante in polvere che si sta utilizzando e si raccomanda l’uso di una bilancia elettronica per una maggiore precisione nel dosaggio. La quantità di prodotto usata dipende da quella di decolorante in polvere utilizzato. Mescolare decolorante e attivatore insieme.Utilizzare: 20 vol (6%), quando si cerca di raggiungere un risultato da 10 vol (3%), 30 (9%) vol per 20 (6%) e 40 (12%) per 30 vol (9%) Quando si miscela con meno di 15 g di decolorante in polvere, aggiungere 3.75 ml di No.1 Bond Multiplier e quando si miscela con 30-60 g utilizzare 7.5 ml. Eventuali problemi con schiaritura o tempo di posa possono essere risolti usando meno prodotto, facilmente misurabile utilizzando il dosatore in dotazione. L’ultimo step è aggiungere #1 Bond Multiplier alla miscela ottenuta e mescolare accuratamente.Nota: è possibile aggiungere più decolorante in polvere per ottenere la consistenza desiderata. Mescolare un nuova miscela con #1 Bond Multiplier se è necessario più di 60 g di decolorante in polvere per avere un prodotto sempre fresco. Se i capelli sono troppo danneggiati eseguire un servizio rafforzatore dei legami prima e controllare l’elasticità dei capelli. E’ noto che il decolorante ha una reazione di calore al cloro e altri depositi di minerali presenti nell’acqua e sui capelli. Se si ha una reazione di calore, questo non è causata dal prodotto. Ciò è causato dal decolorante che reagisce con tali minerali. Si prega di risciacquare i capelli subito se questo si verifica.
  • BALAYAGE: Per avere un effetto capello schiarito dal sole si consiglia di combinare il prodotto di ricostruzione Olaplex con il decolorante per Balayage. È necessario utilizzare  3.75 ml di #1 Bond Multiplier per 30-60 gr di decolorante, aggiungere la quantità misurata del prodotto all’interno della miscela e mescolare accuratamente. Si prega di notare che con il prodotto e 40 volumi (12%) si sta lavorando a 30 volumi (9%). Un diffusore di calore può essere utilizzato per accelerare il tempo di posa.
  • DECOLORANTE IN PASTA: Per ogni 45-60 g di pasta decolorante, aggiungere 7.5ml di  #1 Bond Multiplier. Se si utilizza più di 45 g di pasta decolorante, è necessario ripreparare una nuova miscela in modo d’avere del prodotto fresco sempre a disposizione.  Nel caso di una quantità inferiore a 45 g, utilizzare 3.75 ml di #1 Bond Multiplier.
  • TEMPO DI POSA: Il tempo di posa varia. Non possiamo dare una media approssimativa, perché ogni chioma è diversa dall’altra. Non vi è alcuna regola, ma sappiamo che è leggermente più lungo. Se vogliamo mantenere l’integrità dei capelli delle nostre clienti, vale la pena aspettare un po’ più di tempo per avere dei risultati migliori.
  • CALORE: Non è vietato utilizzare il calore con Olaplex capelli, ma bisogna tenere conto del fatto che questo agente tende ad accelerare la reazione chimica di tutto e quindi è bene prestare attenzione e controllare ogni 3-5 minuti, come si farebbe normalmente. Se i capelli sono gravemente danneggiati, è vivamente consigliato non utilizzare il calore finché non si sarà ripristinata la salute, la forza e l’integrità del capello grazie ai trattamenti curativi.
  • AUMENTARE I VOLUMI DELL’ATTIVATORE: Aumentare i volumi dell’attivatore solo quando si lavora con il decolorante. Non aumentare l’attivatore quando usiamo colore, gloss o superschiarenti. Non aumentare i volumi dell’attivatore se i capelli sono fini e fragili, sui capelli dei bambini e sui capelli molto danneggiati.
  • DECOLORAZIONE IN CUTE: Il prodotto può essere aggiunto per decolorazioni in cute. In questo caso, utilizzare 3,73 ml di #1 Bond Multiplier per 30-60 gr di decolorante. A causa della sensibilità del cuoio capelluto, si consiglia di non utilizzare più di 20 volumi (6%). Utilizzare un volume superiore a propria discrezione.
  • COLORE E GLOSS: Non inserire mai più di 3.75ml di #1 Bond Multiplier per 60 g di colore base o di gloss. Non è necessario aumentare il volume dell’attivatore. Aggiungere solo No.1 Bond Multiplier a colorazioni che abbiano un tempo di posa minimo di 10 minuti o più. È possibile sovrapporre e utilizzare il prodotto in ogni singolo processo ed eventuali problemi di deposito o schiaritura possono essere risolti utilizzandone una quantità minore. Può essere utilizzato in tutti i colori e in diverse operazioni, tra cui permanenti, semi, demi, gloss, toner e superschiarenti. È necessario utilizzare meno prodotto se la quantità di colore è inferiore a 60 gr. Dopo il risciacquo dei colpi di sole, anche senza eseguire lo shampoo, si può procedere con l’applicazione di un toner.

Cos’è No.2 bond perfector?

Si può così passare alla seconda fase dell’operazione di salvataggio dei nostri capelli. Subentra il secondo prodotto della linea: No.2 Bond Perfector. Non è un trattamento di condizionamento, né un attivatore o un neutralizzante. Utilizza lo stesso principio attivo presente nel No.1 Bond Perfector ed è stato sviluppato in forma di crema per facilitare la sua  l’applicazione. Questo secondo passaggio è necessario per ottenere migliori risultati, poiché il prodotto è utilizzato per collegare i rimanenti legami disolfuro danneggiati per ripristinare la forza, la struttura e l’integrità del capello. A differenza della prima fase, non applicare colore o decolorante su questo prodotto.

Come usa Olaplex 2? Partiamo risciacquando il decolorante o il colore dai capelli, senza eseguire lo shampoo! Successivamente applicare il gloss o il toner, e lasciare in posa, per poi risciacquare e asciugare accuratamente con un asciugamano. Applicare una generosa quantità, 15 ml o più, di No.2 Bond Perfector dalle radici alle punte. Distribuire bene. Lasciare in posa per almeno 10-20 minuti, o prolungare i tempi se i capelli sono particolarmente danneggiati. A questo punto sciacquare ed eseguire lo shampoo e i trattamenti preferiti. #2 Bond Perfector può essere utilizzato come lozione pre-taglio, oppure come trattamento “riparativo” rapido quando non è stato eseguito un trattamento chimico.

 

Trattamento capelli Olaplex con la permanente!

La permanente è uno dei trattamenti più effettuati dalle donne per dare volume alla propria chioma, ma anche uno dei più aggressivi. Con il trattamento capelli Olaplex però anche questo stress può essere superato, seguendo delle semplici istruzioni (post-permanente).

Capelli Normali / Vergini:

  • Mescolare 30 ml di No.1 con 90 ml di acqua.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e applicarvi sopra immediatamente il prodotto.
  • Tempo di posa 10 minuti.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.

Capelli Colorati:

  • Mescolare 30 ml di No.1 con 90 ml di acqua.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e applicare immediatamente il prodotto sovrapponendo al neutralizzante.
  • Tempo di posa 10 minuti.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.

Capelli Colorati con schiariture:

  • Mescolare 30 ml di No.1 con 90 ml di acqua.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e applicarvi immediatamente sopra il prodotto.
  • Dopo un tempo di posa 5 minuti, riapplicarlo e lasciare in posa per altri 5 minuti.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.

Capelli estremamente danneggiati:

  • Utilizzare #1 senza diluire.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e lasciare in posa 5 minuti.
  • Risciacquare e tamponare con una tovaglia.
  • Applicare il trattamento per capelli Olaplex su ogni bigodino.
  • Al termine dei primi 5 minuti di posa, applicare di nuovo il prodotto per lo stesso tempo.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.
  • Si consiglia di non utilizzare No. 2 dopo una permanente per evitare di appesantire il riccio.

Olaplex: le opinioni di Piacersi èPiacere:

Olaplex funziona? Assolutamente SI! E cosa accade se dopo averlo usato per qualche mese smetto? I legami si romperanno? La risposta è NO! Anche se si smette di usare completamente, i legami di solfuro che il trattamento ha riconnesso sono permanenti. La condizione futura del capello dipenderà da come si continuerà a trattare i propri capelli.

Questo trattamento è un ottimo modo per contribuire a mantenere la struttura del capello forte e sana, lasciando i capelli morbidi e gestibili. Basterà bagnare i capelli, tamponarli, applicare il trattamento ristrutturante capelli Olaplex e lasciarlo in posa per 10-20 minuti. Dopo aver risciacquato, lavato e eseguito gli eventuali trattamenti in salone sulla nostra chioma, vedremo sin da subito gli incredibili risultati! È un grande servizio! Efficace e di qualità, esso racchiude in sé velocità e praticità d’uso. È alla portata di tutte e permette ai capelli danneggiati di riprendere la vivacità e la forza persa dal loro ‘maltrattamento’.

Please follow and like us:

Decolorante per Capelli su Base Naturale: L’ANZA Clay Decolorizer

Il Decolorante all’argilla L’anza

Perfeziona il tuo Balayage e le tecniche a mano libera con 7 livelli si schiaritura controllata. L’argilla, ricca di umidità, assume una consistenza cremosa per una facile spalmabilità. I Capelli rimangono esattamente dove vuoi per il massimo controllo e libertà artistica.

Vita C Plex

Combinazione di ingredienti botanici ricchi di Vitamina C (Estratti di Guava e Pompelmo) che aiutano ad accelerare la decolorazione e riducono perciò i danni rendendo i capelli sani e lucenti.

Arginina

Potente aminoacido che fortifica e protegge il capello durante il processo di schiaritura.

 

Keratin Healing System

Sistema Curativo Cheratinico.
Cura, risana e protegge. Rigenera gli amminoacidi della cheratina, minerali essenziali, lipidi e idratanti, abbinati ad estratti naturali, che interagiscono per garantire risultati eccezionali di cura dello stelo.

Nano Science

Diretti al “Cuore” del capello.
Scienza che micronizza le singole particelle attive degli ingredienti permettendo ad esse di penetrare in profondità nella corteccia, evitando di appesantire il capello.

Triple UV Protection

Protezione dai danni del sole.
Scudi protettivi contro gli effetti nocivi.

Sulfate, Sodium Chloride, Gluten FREE

Delicati ed efficaci.
Formule che rispettano i nuovi canoni di benessere, salute e rispetto per l’ambiente. Prodotti efficaci, delicati sullo stelo.

 

Prodotto disponibile in eslusiva da Piacersi è Piacere, a Ravenna in Via Cassino 73. Venite a Provarlo!

Please follow and like us:
Trattamento Hennè a Ravenna - Piacersi è Piacere

Il potere dell’ Hennè nella cura e nella colorazione dei capelli

Come adoperare l’ Hennè per trattare i capelli stanchi e sfibrati e colorare naturalmente le nostre chiome

L’ Hennè è una pianta sempre più utilizzata per ciò che riguarda la colorazione e la cura dei capelli. Abbiamo descritto il suo utilizzo quando abbiamo parlato, ad esempio, di come coprire i capelli bianchi in maniera naturale. In quell’occasione abbiamo avuto modo di spiegare alcune delle sue caratteristiche. Oggi approfondiremo meglio il discorso. L’Hennè è una delle piante più conosciute nella letteratura erboristica per la cura e la colorazione naturale dei capelli. Il suo nome botanico è Lawsonia Inermis e il suo utilizzo risale a epoche veramente remote. Nelle tombe dei faraoni egizi, ad esempio, sono state ritrovate polveri ricavate dalle sue foglie e utilizzate nei processi di mummificazione.

Oggi le sue foglie sono usate soprattutto nella cosmesi e in alcune funzioni religiose

Nei paesi d’origine, sembra che l’Hennè sia stato utilizzato per una varietà di disturbi: nel suo stato acquoso, per i gargarismi contro il mal di gola e contro le eruzioni della pelle. Alcuni attribuiscono a questa pianta anche proprietà astringenti e antimicotiche. La sua pasta è utilizzata anche per ridurre la febbre e per curare l’emicrania.  L’Hennè rimane comunque conosciuto soprattutto come tintura naturale per i capelli, non essendo state riconosciute in maniera universale le sue proprietà fitoterapiche.

È bene chiarire, però, che non esiste un unico tipo di Hennè. Esistono:

  • l’Hennè classico, comunemente chiamato Hennè rosso che è l’originale, quello estratto dalla Lawsonia Inermis;
  • l’Hennè Indigo, comunemente chiamato Hennè nero, che è ancora una pianta diversa, mescolata all’Hennè per dargli tonalità più scure;
  • l’Hennè neutro, o Cassia Obovata, che non è un vero e proprio colorante, ma aiuta nella cura e protezione dei capelli, rendendoli più corposi, lucidi e sani. In questo caso si tratta proprio di una pianta diversa.

In realtà, le tonalità e i riflessi dati ai capelli dipendono dal colore naturale ai quali vengono applicati.

Le tre tipologie vengono spesse mescolate insieme per dar vita a tonalità differenti. L’Hennè biondo, ad esempio, è il frutto di un mix di queste polveri. Oppure vengono aggiunte altre sostanze naturali, come il mallo di noce, per modificare l’effetto finale. Spesso, nel processo di colorazione e prima dell’applicazione sui capelli, si aggiunge un cucchiaio di aceto o di limone nell’impasto. Questo perché, secondo una teoria non condivisa però da tutti, la colorazione effettuata con l’Hennè diventa stabile con l’aggiunta di soluzioni acide.

La scelta della soluzione da aggiungere dipende molto in questo caso dal tipo di trattamento da fare e dalle caratteristiche possedute dai capelli sui quali deve essere applicato il composto: limone o aceto in caso di capelli grassi, yogurt in caso di capelli lunghi o secchi. La tendenza a prediligere tinture naturali, e nello specifico l’Hennè, a quelle chimiche è legato al fatto che la soluzione in questo caso non penetra all’interno del capello, ma si ferma sulle squame della cuticola, rinforzando la struttura del capello che viene “coperto” divenendo più resistente agli agenti atmosferici e assumendo un aspetto più “sano”.
Le tinture chimiche, invece, forzano l’apertura delle cuticole, in modo da attecchire in maniera permanente. Questo indebolisce i capelli, li rende secchi e spenti e, a lungo andare, tendono a spezzarsi.

L’uso dell’Hennè è in genere raccomandato a chi ha capelli grassi, fragili, sfibrati e chi soffre di forfora, grazie alle sue proprietà purificanti, sebo-regolatrici e astringenti.

In questo caso, come abbiamo accennato prima, viene utilizzato l’Hennè neutro. Potete decidere di creare delle maschere per capelli aggiungendo altri ingredienti come il miele d’acacia, che ammorbidisce e cura la chioma, i semi di lino e l’olio di mandorle dolci.

Da usare in queste proporzioni: 2 cucchiai di Hennè neutro, 2 cucchiaini di miele d’acacia, 1 di olio di semi di lino e 1 di mandorle dolci. Acqua tiepida quanto basta per rendere il composto fluido e omogeneo. Per i capelli lunghi raddoppiate le quantità.

Prima si fluidifica l’Hennè con l’acqua, facendo attenzione che non diventi né troppo liscio, né troppo denso, poi si aggiungono gli altri ingredienti (il miele sarà stato precedentemente scaldato a bagnomaria). SI mescola bene e si lascia in posa per 30 minuti.

In commercio si trovano varie marche di Hennè e, a questo punto, è necessario fare alcune precisazioni. Molto spesso, l’Hennè viene mescolato a degli additivi, dei coloranti sintetici. Uno di questi è il sodio picramato veramente molto comune nei prodotti che si trovano in commercio.

In alcuni casi si tratta di ingredienti pericolosi o che possono causare reazioni allergiche. Sempre meglio, quindi, quando acquistiamo l’Hennè, accertarci della sua composizione e provenienza, affidandoci ad aziende serie e che trattano prodotti veramente bio.

 

Trattamenti Hennè a Ravenna

Da Piacersi è Piacere, a Ravenna puoi prenotare il tuo trattamento Hennè, telefonandoci o cliccando “Prenota un Appuntamento” nel bottone qui a sinistra. Ti aspettiamo!

Please follow and like us: