Hennè a Ravenna Piacersi è Piacere

Hennè: tutto quello che devi sapere per tingere i capelli

L’henné è una polvere colorante ottenuta dalla frantumazione delle foglie di una pianta che si chiama Lawsonia Inermis. Applicata sui capelli, li tinge di una colorazione compresa nello spettro cromatico del rosso/arancio, variando da calde nuances aranciate e ramate fino a tonalità più fredde, tendenti al rosso mogano o ciliegia.

Molto dipende dal nostro colore di partenza e dal tipo di capello. L’henné costituisce una valida alternativa alle tinte chimiche perché, a differenza di queste ultime che tendono a sfibrare i capelli, l’henné li lucida, rinforzandoli e rendendoli più corposi e voluminosi, in una parola : più sani.

L’henné non va ad intaccare le molecole del capello, ma colora tono su tono, vale a dire che stratifica sul capello, creando una sorta di pellicola che si aggiunge, senza sostituirsi, alla colorazione di base.

Le comuni tinte commerciali vanno a sollevare la cuticola del capello e, in seguito a una reazione chimica, vi inseriscono molecole di colore sintetico. La lawsonia ,invece, non penetra all’interno del capello, ma si lega alla cheratina del fusto creando un effetto volumizzante.

Inoltre l’henné è un toccasana per coloro che hanno problemi di forfora, cute grassa, capelli fragili, secchi, sfibrati o doppie punte. Nel tempo, il suo utilizzo ha un effetto normalizzante sulla cute dei capelli, nutrendoli, rinforzandoli, lucidandoli, riducendo le doppie punte fino alla loro completa eliminazione.

Henné, i benefici sui capelli

  • ispessisce e volumizza
  • dona lucentezza
  • rinforza e dona maggiore resistenza agli agenti esterni
  • riduce il crespo
  • elimina le doppie punte
  • sebonormalizzaante
  • antiforfora

Henné, falsi miti da sfatare

Cerchiamo ora di sfatare alcuni falsi miti su questa straordinaria erba tintoria. Primo: la paura che l’henné possa colorare i capelli di verde, che poi é collegata anche all’altra credenza errata secondo cui l’henné non si può applicare sui capelli sottoposti a decolorazione o comunque a tintura chimica. In entrambi i casi, la risposta è la stessa.

L’henné si può fare tranquillamente, senza nessun rischio di avere i capelli verdi o altre sgradite sorprese, purché sia puro, cioè 100% Lawsonia Inermis. Basta leggere attentamente l’INCI della confezione. Generalmente il migliore henné è quello utilizzato per fare i tatuaggi, che deve essere necessariamente puro ed è quindi di altissima qualità. A Rvenna è reperibile presso il salone Piacersi è Piacere in Via Cassino 73.

È importante acquistare un henné di qualità, altrimenti, in quelli piu scadenti, si rischia di imbattersi nel cosiddetto picramato. Il picramato di sodio è un colorante sintetico dall’elevato potere tintorio, che risulta tossico se assunto in notevoli quantità. In presenza di picramato, tutte le rassicurazioni precedenti ovviamente decadono. E allora si che il rischio di ritrovarsi coi capelli verdi è davvero dietro l’angolo!

Henné, dove applicarlo
A Ravenna, potete trovarlo da Piacersi è Piacere in Via Cassino 73. Per maggiori informazioni contattaci o visita questo link.

 

Capelli: novità colori e tagli dai saloni per l’Autunno-Inverno 2019-2020

Biondi, nocciola, castani profondi e rossi ramati si accompagnano a tagli poliedrici, modellati sulla personalità di ogni donna, mentre forme fluide e decostruite esprimono trend gender fluid che rompono ogni schema. Lo stile d’autunno, in testa, ha mille volti, e punta tutto sull’inclusività

C’è chi ci ha dato già un taglio, come Kim Kardashian, Lily James e Selena Gomez, che per riparare i danni dell’estate sui capelli hanno fatto ricorso alla classica spuntatina scegliendo un classico senza tempo, il caschetto, e chi come la modella Barbara Palvin ha puntato sull’Ash brunette, un castano luminoso e portabilissimo che promette di conquistare non solo le star, mentre via social nuove tendenze e certezze consolidate si danno battaglia a suon di hashtag per conquistare le indecise, puntando su nomi ammiccanti come golden hour, dirty blonde e streak mallen hair.

È però nei saloni che tutto trova concretezza e ispirazione, nei giorni in cui vengono svelate le nuove collezioni taglio e colore, binomio indissolubile qualunque sia l’idea che si ha (e si vuole dare) di sé. Svaniscono, per ora, le nuance insolite costanti delle ultime stagioni: non sembra più tempo di arcobaleni e rosa facili a perdere slancio dopo poche settimane. È tempo di biondi e nocciola, rossi ramati e castani profondi, folgorazioni nate per resistere, altro che colpi di testaAd accompagnare questa rassicurante ondata autunnale, tagli poliedrici con più di un’anima, in grado di farsi lisci e ricci, mossi o più lineari a seconda dell’occasione o del mood del momento.

I look colore della tendenza propongono combinazioni di tonalità scelte in base alla propria soggettività e si sposano a tagli dalle texture forti. Il gioco di squadra tra la tecnica di taglio e la tecnica del colore fa risaltare la singola personalità di chi li porta, che, a sua volta, è libera di fornirne una propria interpretazione attraverso styling diversi. Una versatilità sempre più ricercata (e apprezzata) dalle donne, per cambiare look in pochi gesti.

Variare styling in pochi gesti è anche il segreto di Piacersi è Piacere. Espressione di una femminilità indipendente e libera, come nel caso di Super Gorgeus, carré scalato con ciocche più corte sulla parte alta della testa, per un maggiore effetto volume. Un taglio che diventa grafico e liscio, con la riga laterale perfettamente disegnata, più morbido, con l’aiuto del Beach Spray, morbido, anni Ottanta, con un ferro largo, o più attuale con una spazzola rotonda.

Sfoglia la Galleria, e vieni a trovarci in via Cassino 73 a Ravenna.

 

 

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

 

Paolo Equipe

 

 

Extensions capelli: quello che devi sapere

Permettono di passare da un caschetto poco folto a una lunga e corposa chioma in poche ore: sono le hair extensions. Ma non tutte sono uguali nella durata, nella qualità e nel costo. Scopri qui quello che devi sapere prima di sottoporti a tale procedura

Si fa presto a dire extension, salvo poi trovarsi con ciocche fissate male, con capelli rovinati e con cuoio capelluto irritato.

Certo l’idea di poter passare da un taglio corto a un lungo sensuale e vaporoso fa gola a molte, soprattutto se pensi che lo si può ottenere in un paio d’ore circa. Ma onde evitare brutte soprese – forse ricorderai lo scempio compiuto sulla chioma di Britney Spears – a cui difficilmente si potrà porre rimedio, cerchiamo di capire meglio di cosa si tratta, come si applicano, quali le tipologie e i costi.

Hair extension: cosa sono

Le extension sono delle integrazioni artificiali dei nostri capelli. A differenza delle parrucche, le extension non hanno la funzione di creare una acconciatura fittizia sulla testa, ma di rinfoltire o di allungare i capelli già presenti.

Possono essere realizzate con veri capelli umani, o con altri realizzati in fibre sintetiche.

Hair extension: tecniche di fissaggio e durata

Esistono diverse tecniche di applicazione delle extension. La prima tecnica consiste nel fissaggio delle extension tramite cheratina alla base dei capelli. Esteticamente, questa tecnica ha il migliore – e più duraturo, fino a 5 mesi – risultato possibile, tuttavia le colle fissanti troppo forti possono danneggiare i capelli veri e creare irritazioni e allergie alla cute.

La seconda tecnica, detta brasiliana, consiste nell‘annodare le ciocche di extension a quelle di capelli veri. Il risultato di questa tecnica è apprezzabile, ma la durata nel tempo è limitata a circa tre mesi.

La terza tecnica, detta africana, consiste nel creare delle treccine parallele con i propri capelli, a cui vengono letteralmente cucite le ciocche di extension. Questa tecnica è la più rapida in assoluto, ma l’effetto della ricrescita dei veri capelli risulta piuttosto evidente.

Altre tecniche più rapide, meno invasive e fai-da-te permettono di fissare fasce di capelli già tessuti con clips o nastro biadesivo. Con questo tipo di extension puoi dar libero sfogo alla tua creatività nel cambiare a piacimento la lunghezza o altri aspetti dell’acconciatura ogni volta che vuoi, anche solo per una serata.

Le tecniche riportate sopra, nella maggior parte dei casi, danneggiano il capello in modo irreparabile. Il metodo usato da Piacersi è Piacere invece,  consiste nell’utilizzo di strumenti tecnologici all’avanguardia, come gli ultrasuoni.

EXTENSION A FREDDO
In cosa consiste questa nuova tecnica che sta facendo cambiare idea sulle extension a moltissime persone? Iniziamo col dire che cheratina, la qualità dei capelli e la selezione della lunghezza fanno  la differenza nel prezzo ma anche nella qualità del risultato.

EXTENSION A FREDDO AD ULTRASUONI
La tecnica a freddo consiste nell’applicazione delle ciocche per mezzo di una pinza che, attraverso ultrasuoni, scioglie la cheratina senza scaldare il capello. Ogni ciocca per essere attaccata ha bisogno di una pressione con la pinza a freddo di 2-3 secondi, di conseguenza il lavoro del parrucchiere diventa così molto più rapido e con un risultato finale più naturale esteticamente.

I vantaggi di questa tecnica rispetto a quella a caldo sono molti:
– rapidità nell’applicazione;
– cheratina più sottile quindi meno visibile ed adatta alle applicazioni di ciocche più in vista, o per l’applicazione in caso di capelli molto fini e privi di volume
– attaccatura a 2 cm dalla radice così da non pesare troppo alla base del capello;
– meno formazione di nodi dovuti alla colla
– rovinando meno i capelli hanno una durata maggiore che varia dai 4 ai 6 mesi.

Come prendersi cura delle extension

I capelli con extension richiedono maggiori attenzioni. Non sei obbligata a cambiare shampoo, ma dovrai lavare i capelli almeno 3 volte alla settimana (non a testa in giù altrimenti si formeranno nodi) e fare una maschera almeno una volta ogni sette giorni.

Per evitare la formazione di nodi non dimenticare di spazzolare spesso i capelli. Una volta al mese è inoltre consigliato tornare dal parrucchiere, per togliere i capelli rimasti impigliati nella cheratina.

Extension: quanto costano e dove farli?

A Ravenna il salone Piacersi è Piacere lo staff Paolo Equipe è certificato Great Lengths, Leader mondiale delle extensions. Per maggiori informazioni e prezzi, clicca qui, o vieni a trovarci in Via Cassino 73 dal Lunedì al Sabato.

 

Capelli in autunno: i trattamenti da fare in salone

È sempre così quando c’è il cambio di stagione: la nostra chioma è sfibrata e spenta. Per far risplendere i nostri capelli ecco le hair therapy da provare

Ogni donna sa quanto è importante intervenire sui capelli durante il cambio di stagione. Il sole, la salsedine e il cloro rendono la chioma più spenta, fragile e sfibrata. E nonostante spesso ci guardiamo allo specchio e ci sentiamo orgogliose dei riflessi che l’estate ha regalato ai nostri capelli, sappiamo però che dobbiamo regalare loro una hair therapy d’urto per farli tornare a essere morbidi e luminosi.

Da Piacersi è Piacere a Ravenna c’è una vera e propria Urban Hair Spa che offre trattamenti personalizzabili, in collaborazione con L’ANZA e OLAPLEX, efficaci e veloci (bastano dai 15 ai 30 minuti) in base a tutte le necessità. Ognuno di loro è un piccolo lusso quotidiano per la bellezza dei capelli e per la salute del cuoio capelluto.

Sono per ogni esigenza: dai ricci indomabili alla fibra secca e spenta. Scopriteli nella gallery e scegliete quello più adatto alla vostra tipologia di capello.

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

 

Capelli: come evitare che si secchino in vacanza

Salsedine, cloro e raggi uv sono tra i nemici principali dei capelli. Per evitare di ritrovarsi con una chioma effetto paglia in autunno, curateli durante le vacanze. Ecco come:

Estate e capelli. Non sempre il binomio risulta vincente, poiché il sole, la salsedine e il cloro sono nemici della salute del capello, lo indeboliscono e lo rendono opaco e crespo. Il che non significa che si debba rinunciare al mare o a stare al sole, ma solo che si devono prendere delle precauzioni, che partono da una protezione solare per la chioma, ma prevedono anche una corretta detersione, una visita dal parrucchiere anche prima di partire per il mare e regole di styling che non rovinino troppo la fibra capillare. Partendo, dunque, dal presupposto che i capelli non hanno la capacità di auto-ripararsi come fa la pelle, occorre davvero prestare loro cure extra in estate, perché altrimenti si avranno problemi in autunno. Innanzitutto un’eccessiva caduta in autunno, dato che i bulbi, se non protetti, si bruciano per l’azione dei raggi UV indebolendosi e facendo cadere i capelli. Ma quali sono le regole principali da seguire per non ritrovarsi, a fine stagione, con una chioma effetto paglia?

Seguire, in pratica, le stesse regole che siamo ormai abituati a eseguire per la pelle, cominciando con l’utilizzare un protettivo specifico per proteggere e mantenere sana la struttura capillare durante tutto il periodo estivo e vacanziero. I prodotti solari per capelli non agiscono semplicemente come protettori dai raggi UV, ma avvolgono il capello in una pellicola protettiva che lo isola dall’azione aggressiva degli agenti liquidi e atmosferici. In questo modo, si preserva la brillantezza, il colore dura più a lungo, la struttura mantiene la sua robustezza.

– Evitare trattamenti aggressivi prima di andare in vacanza
– Utilizzare il phon il meno possibile
. utilizzare sempre un solare per capelli, in particolare gli oli che li idratano
– utilizzare un pettine a denti larghi
– utilizzare una maschera doposole
– la maschera potete utilizzarla anche in spiaggia
– eliminare le doppie punte prima della partenza
– in spiaggia legare i capelli ma morbidamente, per evitare di tirarli troppo. Se lasciati sciolti, lo sfregamento provocato dal sole può inaridirli e rovinarli
– utilizzare un elastico in plastica e circolare, fatto apposta per non graffiare i capelli
– indossate, se potete, foulard o cappello per non bruciare la cute del cuoio capelluto
– approfittate più che potete per asciugarli al naturale
– effettuare un salto in salone per un trattamento filler rimpolpante, per non arrivare al mare con il capello svuotato
– utilizzare uno shampoo in grado di rimuovere i residui di cloro, salsedine, sabbia
– dopo ogni bagno, sciacquare i capelli con acqua dolce

Piacersi è Piacere: 25 tagli scalati da provare subito

Gli hair stylist si oppongono all’idea di un taglio piatto, e per il 2019 si punta sulle scalature per regalare leggerezza e movimento a tutte le lunghezze, non importa se siano corte, medie o extra lunghe

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

Gli haistylist le premiano, le celebrità le amano, le influencer le riscoprono. Già grande trend nel 2018, le scalature anche quest’anno non mancheranno di portare la loro ventata di leggerezza a tutti i tipi di styling. Perché senza di loro il taglio perderebbe di personalità:

«Sono delle alleate preziose che permettono a noi parrucchieri di “confezionare” il taglio giusto per ciascuna delle ospiti dei nostri saloni»,

ci spiega Toni Pellegrino, direttore creativo del gruppo The Best Club by Wella.

CAPELLI CORTI

Il corto mosso ha bisogno di una scalatura rotonda che sarà adattata alle varie forme di viso. Nel caso di volti regolari rendiamo grafico tutto il perimetro della testa eliminando le codine che vengono fuori. Se invece abbiamo dei volti per i quali dobbiamo ridisegnare l’ovale regolare lasciamo delle morbidezze che danno armonia. Per lo styling, il consiglio è di utilizzare delle creme arriccianti.

CAPELLI MEDI

La scalatura di maggiore tendenza per i capelli di media lunghezza ha il sapore dei primi anni Novanta e ricorda i look di Courtney Thorne-Smith, Heather Locklear e delle altre protagoniste di “Melrose Place”, serie cult del periodo. No al liscio assoluto, sì a dei volumi un po’ bombati. Si torna alla maxi spazzola tonda che, oltre a levigare bene i capelli, dà il giusto volume per un effetto rétro con le punte arrotondate verso l’interno. Sì all’utilizzo della piastra per attenuare ed eliminare onde, ricci o effetto crespo. Per lo styling sono consigliati prodotti liscianti, creme e spray idratanti se i capelli sono crespi. Se i capelli sono sottili il prodotto più indicato è una schiuma voluminizzante

CAPELLI LUNGHI

Chi ama i capelli lunghi solitamente vuole delle scalature quasi invisibili sulla parte frontale, con altezza massima al mento. Le layers posteriori si concentrano maggiormente sulla parte superiore della testa per dare volume e per distribuire lunghezza e peso. Nell’insieme si nota dunque la leggerezza, ma non il lavoro del parrucchiere. Anche le irriducibili del lungo e del taglio pari però hanno bisogno di movimento e dinamismo. Per loro i capelli vanno alleggeriti dall’interno grazie a sapienti sfilature che non lasciano alcuna traccia del taglio: tutto ciò serve a destrutturare e creare un movimento non troppo marcato.

Aria d’estate, voglia di hennè

L’Hennè; serve  per dare magnifici riflessi rossastri, ma anche per rinforzare i capelli, renderli più lucidi.
Un trattamento del tutto naturale che rende capelli sani ed in forma.

Un’intera gamma di prodotti proprio all’hennè  è disponibile da Piacersi è Piacere a Ravenna,  per offrire nuance uniche ed esclusive, particolarmente indicate per le donne in gravidanza e chi è allergico alle colorazioni chimiche. Scopriamo come.

L’impiego dell’ hennè si perde nella notte dei tempi; esso fu citato nei più antichi testi di religione, di medicina e in tutti i rituali cosmetici delle donne dell’antichità. Una tradizione unica che si tramanda da generazione a generazione fino ad arrivare ai giorni nostri dove per le sue proprietà terapeutiche e cosmetiche sono largamente utilizzati sia in medicina che in cosmetica.

La linea da Piacersi è Piacere è composta da hennè coloranti, emollienti e prodotti detergenti e trattanti caratterizzati da estratti di Lawsonia Inermis (henné rosso). Questi prodotti naturali fondono caratteristiche uniche che donano ai capelli tutti i principi attivi per migliorarne l’aspetto e sostanze funzionali con proprietà coloranti per ottenere nuance uniche ed esclusive.
Zuccheri, proteine vegetali, aminoacidi, polisaccaridi sono un’insieme di principi attivi contenuti in queste erbe che rendono questi trattamenti unici per ripristinare e migliorare la fisiologia del capello e la sua estetica.

  • Hennè emolliente

Un insieme di erbe che costituiscono un trattamento unico per il capello e tutta la sua struttura. Ricchissime in principi attivi quali, zuccheri, proteine vegetali, carboidrati, aminoacidi, e vitamine sono una cura estetica per migliorare l’aspetto dei capelli.

  • Hennè rosso

La parte utilizzata sono le foglie che vengono seccate al sole e poi triturate fino ad ottenere una polvere impalpabile che facilmente si scioglie in acqua ottenendo una crema di facile applicazione.
La tonalità della colorazione può cambiare a seconda della presenza di sostanze acide o alcaline o di opportune miscele con altre erbe riflessanti.

  • Hennè Noce Mallo

La parte utilizzata è il frutto ricco di principi attivi zuccherini, emolienti coloranti, trova numerose applicazioni in cosmetica.
Sui capelli castani intensifica la colorazione con riflessi molto particolari.

 

Per maggiori infomazioni, contattaci al 0544-400 385 o vieni a trovarci in Via Cassino 73, a Ravenna.

Paolo Equipe

Gli errori della tinta in estate? Eccone 5 da evitare

Fare la colorazione con i capelli puliti, scurire troppo la propria tonalità, non affidarsi a un professionista… Ecco gli sbagli da non commettere per sfoggiare un colore perfetto, a prova di vacanze!

Infradito e costumi presi, valigia fatta, cartellino dall’estetista timbrato. Cosa manca prima di partire per il mare? L’appuntamento dall’hair stylist! In vista delle vacanze è importantissimo non trascurare la questione tinta per evitare spiacevoli inconvenienti quando siamo lontane dai Saloni.

Spesso, infatti, si commettono errori che pregiudicano la durata del colore e la lucentezza dei capelli. Per non sbagliare, Paolo Equipe  dà questi 5 consigli:

1. Applicare il colore con i capelli troppo puliti
I capelli, per assorbire al meglio la tinta, non devono essere stati lavati da almeno 48 ore. In questo modo, il colore durerà molto più a lungo.

2. Fare il colore il giorno prima di partire
Sbagliatissimo: la tinta va applicata almeno 3 o 4 giorni prima. Per quale motivo? Perché dopo una colorazione i capelli non devono essere esposti al sole per almeno 48 ore (ma anche di più). Infatti, bisogna lasciare loro il tempo di ossigenarsi completamente e permettere alle squame di richiudersi.

3. Scurire troppo il colore per paura che si schiarisca
Pare proprio un’assurdità: per il timore di ritrovarci con i capelli troppo chiari, ce li scuriamo di qualche tono. Ma essere costrette a portare per giorni un colore più scuro solo per questo motivo è una scocciatura. La soluzione? Meglio puntare su un’intensificazione maggiore del pigmento in modo che il capello scarichi il meno possibile.

4. Cambiare drasticamente tonalità
Scegliere di rivoluzionare il proprio colore giusto prima di partire per le vacanze è un grande rischio: potrebbe, infatti, alterarsi a causa dell’esposizione solare senza che voi abbiate a portata di mano il vostro parrucchiere di fiducia. Meglio rimandare i colpi di testa a settembre.

5. Il fai da te
Almeno quando si parte per le ferie, è meglio affidarsi alle mani esperte di un professionista che sappia consigliarvi il meglio. Ad esempio, l’hair stylist saprà come schiarire naturalmente i vostri capelli ciocca per ciocca, rendendo il colore vibrante e “in movimento”, perfetto su una pelle abbronzata. Per l’estate, Piacersi è Piacere ha la soluzione migliore. Per maggiori informazioni vieni a trovarci in Via Cassino 73 a Ravenna, o contattaci al 0544-400 385.

Trattamenti capelli estate 2019

L’estate ha il sapore della libertà. Anche per viso, corpo e capelli. Ma se, come dicono i dati del mercato solari, siamo diventate brave a proteggere la pelle, ci dimentichiamo spesso di vaporizzare di giorno oli e spray schermanti dagli Uv e di usare shampoo reidratanti (con oli vegetali) e balsami leave-in alla sera. Risultato: destressare i capelli a settembre è un’impresa più ardua.

Operazione detox

Come accade per il viso, anche il cuoio capelluto solo dopo un buon peeling è ricettivo ai trattamenti rigeneranti. Da Piacersi è Piacere a Ravenna si parte da uno shampoo gommage abbinato a un impacco detox a base di argilla bianca. La seconda fase prevede l’applicazione sul cuoio capelluto di una maschera a base di collagene vegetale (20 minuti) e, sulle lunghezze, di una formula rivitalizzante con estratto di mirto. Dopo 15 minuti di posa si massaggia e si risciacqua. Prima dello styling si nebulizza un latte termoprotettivo alla buganvillea.

Un surplus di nutrimento

Raggi Uv e sale marino: difficile dire dei due chi sferra colpi più duri all’idratazione dei capelli, sfibrando lunghezze e punte. Paolo Equipe propone il “sistema di rigenerazione profonda” che funziona proprio come la ristrutturazione di una casa: tutti gli attivi vanno a collocarsi con precisione e come piccoli mattoni là dove i capelli sono danneggiati. Nulla viene lasciato al caso: il collagene marino tonifica lo stelo, l’acido ialuronico idrata, l’estratto di perla illumina le lunghezze e la vitamina E protegge dai radicali liberi.

Strategia sigilla-colore

Fra i danni collaterali del sole, c’è anche lo sbiadimento del colore. I fusti sono formati da tegole ben allineate ma quando la luce colpisce i capelli in maniera diretta, questi vengono qua e là sgretolati, al punto che si forma un antiestetico gioco di pieni e di vuoti. L’escamotage è ricorrere, a partire da maggio, a un trattamento proteggi-colore. Piacersi è Piacere a Ravenna propone un pre-shampoo che chiude le squame per sigillare il colore. Dopo uno shampoo sotto il vapore che le riapre, si inseriscono speciali pigmenti uniti a burro di mango che si lasciano in posa 10 minuti.

 

Perché oggi le amanti del colore scelgono un trattamento naturale

L’henné è l’alternativa sicura alla tinta permanente. Dà riflesso e non penetra nelle cuticole. Oggi c’è una novità vegetale da provare in salone.

Per molte donne henné è sinonimo di rosso. E per altre è una colorazione associata alle signore perché, per la leggenda popolare, l’henné dà ai capelli quel ramato un po’ âgée. Se ci si allontana da queste dicerie, per niente veritiere, si capisce una cosa: l’henné è una colorazione sicura, vegetale, che non penetra nelle cuticole ma che lucida solo all’esterno, come fosse una pellicola, e di conseguenza rinforza il capello. E le colorazioni che si possono ottenere non sono solo i ramati, ma anche infinite personalizzazioni di biondi e castani.

L’henné è infatti un prodotto ricavato dall’omonima pianta del medio oriente usata per colorare pelle e capelli. Al suo interno non ci sono sostanze sintetiche. Oggi l’attenzione a formulazioni eco-friendly non è più rivolta solo all’alimentazione ma anche ai prodotti di bellezza. E se prima non si dava, forse, molta importanza alle colorazioni oggi si cerca di evitare quelle sintetiche, che aprono le cuticole del capello, spesso rovinandole.

C’è chi è da sempre una fan dell’henné ed è abilissima nella colorazione fai-da-te. Ma oggi c’è una novità, una colorazioni da fare in salone che le henné-expert (e non) vorranno provare: La serie Hennè di Phitofilos

100% vegetale, che coniuga le performance del colore naturale ai risultati delle classiche tinture. Al suo interno c’è solo erba tintoria e olio di cocco, non ossida nè decolora la fibra capillare, dona riflessi personalizzati, copre anche i capelli bianchi e dura per circa 30 shampoo. Si compone di tre polveri vegetali – Henna, Indigo e Cassia – che, sapientemente dosate e miscelate con acqua calda dal colorista, permettono di ottenere tutta la palette dei colori naturali.