Olaplex: il rivoluzionario trattamento ristrutturante per capelli

Tutte noi amiamo avere capelli curati ma spesso, se avete l’abitudine di ricorrere a trattamenti piuttosto aggressivi quali tinte e decolorazioni chimiche, inevitabilmente la chioma tende a risentirne. In commercio esistono numerosi trattamenti più o meno efficaci atti a riparare la fibra del capello, ma il più delle volte si rivelano veri e propri palliativi che conferiscono sì un aspetto migliore alla chioma, ma purtroppo solo temporaneo.

Dagli Stati Uniti finalmente arriva prepotentemente anche sul mercato europeo un trattamento davvero rivoluzionario: si chiama Olaplex, e se negli USA ha letteralmene spopolato mandando in visibilio star come Kim Kardashian!

Olaplex: di che si tratta?

Olaplex non è altro che un trattamento ristrutturante che va a ricostituire letteralmente la fibra capillare riparandola a preservandola dai danni causati da trattamenti aggressivi che effettuiamo sulla nostra chioma. Olaplex è caratterizzato da un unico ingrediente attivo e brevettato, il bis-aminopropyl diglycol dimaleate, inventato dal Dr. Eric Presly e dal Dr. Craig Hawaker, scienziati accreditati e riconosciuti a livello internazionale nel settore dell’ingegneria molecolare.

In parole molto semplici Olaplex agisce efficacemente andando a riparare i ponti di zolfo (legami disolfuro) danneggiati e presenti all’interno del capello a causa di continue esposizioni a sostanze chimiche, decolorazioni e colorazioni, calore e stress meccanico determinato da pieghe e piastre.

Olaplex in questo modo ripara efficacemente la fibra capillare conferendo alla chioma un aspetto sano ed esteticamente migliore.

Olaplex: come agisce?

Una delle componenti dei nostri capelli, insieme alla cheratina, è la cisteina: questa particolare proteina è caratterizzata da un atomo di zolfo. Nel capello sano e non trattato, queste proteine vanno ad unirsi insieme attraverso un “legame di-solfuro“, legame che viene intaccato dal momento in cui andiamo ad effettuare un trattamento aggressivo come una decolorazione o una permanente.

olaplex-risultati-ravenna

Le molecole brevettate che costituiscono la formulazione di Olaplex intervengono nel momento stesso in cui il capello risulta danneggiato, ripristinando i naturali legami tra proteine (cisteina) e riportando in questo modo il capello al suo stato ottimale.

Olaplex: da chi può essere utilizzato?

Olaplex può essere utilizzato da tutti e su qualsiasi tipo di capello, che sia riccio o liscio. Può essere unito direttamente con polvere e pasta decolorante, nel colore base, nei gloss, nei sistemi alla cheratina, nei sistemi di forma permanente, da solo come trattamento ricostruttivo. oppure utilizzato da solo come semplice trattamento. Non possiede controindicazioni ed è un prodotto che garantisce risultati visibili già dalla prima applicazione.

Olaplex: Trattamenti a Ravenna

Piacersi è Piacere in Via Cassino 73 a Ravenna è un salone Certificato Olaplex ©. Per maggiori informazioni riguardo a questo trattamento, prenotare un appuntamento o qualsiasi altra cosa, potete contattarci qui o venire a trovarci. Paolo Equipe sarà lieta di aiutarvi.

 

 

Please follow and like us:
Erbe Tintorie a Ravenna

Erbe Tintorie – Prendersi cura dei propri capelli

Henné, erbe tintorie e erbe curative. Cosa sono? Come si usano e perché? A cosa servono? In questo articolo, lo staff di Piacersi è Piacere di Ravenna, veri esperti di prodotti per capelli, ci spiegheranno brevemente l’importanza dell’usare prodotti naturali!

PRENDERSI CURA DEI PROPRI CAPELLI IN MANIERA NATURALE: L’HENNE’, LE ERBE TINTORIE E LE ERBE CURATIVE

A differenza di quello che ci vorrebbero far credere molte aziende commerciali, le vere tinte naturali per i capelli non sono quelle sulla cui confezione è in evidenza la scritta “Naturale”, ma sono solo e soltanto le Erbe Tintorie. Per questo motivo è importante imparare i nomi delle piante, gli ingredienti di un cosmetico così da essere consapevoli di ciò che stiamo utilizzando. Comunemente si usa accostare a questo metodo il termine “Henné”, ma in realtà l’Henné è una delle tantissime piante tintorie (che colora di rosso in maniera permanente), ogni altra pianta o erba ha il proprio nome, i propri principi attivi e i diversi pigmenti tintori. Utilizzare le piante tintorie non deve essere una moda ma una curiosità, una necessità interiore, la riscoperta di sentirsi in completa sintonia con la natura. Infatti con l’utilizzo delle Erbe non si otterrà solamente la colorazione desiderata ma si possono apportare moltissimi benefici ai propri capelli: lucentezza, morbidezza, ispessimento del fusto pilifero, risoluzione di problemi cutanei (cute grassa, forfora); inoltre, l’uso delle erbe è risultato in molti casi utile come coadiuvante alla risoluzione di dermatiti. Esistono anche tante altre Erbe che non possiedono pigmenti tintori ma donano soltanto benefici e sono quelle che si definiscono Erbe Curative. L’uso delle Erbe sui capelli e sulla pelle ha origini sicuramente antiche e piuttosto orientali; molte figure storiche e attrici di teatro curavano i loro capelli e il loro aspetto con le piante.

Differenze fra tinte sintetiche ed erbe tintorie
Senza alcun dubbio, con le tinte sintetiche (quelle che chiamiamo anche tinte chimiche) si possono ottenere tante colorazioni: blu, verde, giallo, arcobaleno, viola…ma sappiamo anche bene che contengono agenti aggressivi per la nostra cute, per la salute dell’uomo e poco rispettose per l’ambiente; non sono poche le persone che si sono ritrovate con i capelli radi, con il cuoio capelluto irritato o addirittura con problemi di sensibilità cutanea. Per agire, le tinte sintetiche, penetrano nel capello, intaccandolo dall’interno e alterandone la sua struttura. Le Erbe invece non penetrano del tutto nel capello ma lo rivestono, formandone una guaina che lo protegge anche dagli agenti esterni.

Le erbe coprono i capelli bianchi? 
Nel 99% dei casi sì! Bisogna impegnarsi un po’ di più rispetto al solito ma con pazienza e buona volontà otterremo risultati meravigliosi.

Tempi di attesa tra un’applicazione e l’altra
Non c’è nessun tempo da attendere fra due applicazioni di erbe, ma un uso spropositato potrebbe provocare secchezza nel tempo. Una volta ogni 20-30 giorni è sufficiente, ma dipende dalle necessità che si hanno.

Applicazione delle erbe tintorie dopo aver fatto una tinta chimica?
Ciò che di solito non va d’accordo con i pigmenti delle erbe non sono tanto i pigmenti sintetici ma proprio i trattamenti di ossigenazione (che possono essere anche all’interno delle tinte sintetiche). Si può fare ciò che si vuole, ma dato che nessuno ci può dare la certezza del risultato, ribadisco il consiglio di fare prima di tutto un tentativo su una piccola zona di capelli. (Se deve avvenire un contrasto fra tinta chimica ed erbe, avviene anche aspettando mesi)!

CONCLUSIONI

Il mondo delle Erbe è ampio, complesso, interessante e singolare. Non bastano queste poche righe per esprimere tutto ciò che ci sarebbe di utile da sapere, ma ciò che ci sentiamo di sottolineare è di PROVARE SUI PROPRI CAPELLI prima di dare un giudizio affrettato (e non una sola volta).  Passa a trovarci nel nostro salone a Ravenna in Via Cassino 73, per trattamenti o maggiori informazioni.

 

Please follow and like us:

Shikakai: come usare la polvere indiana per lavarsi i capelli

Lavarsi i capelli senza usare lo shampoo è possibile. Tra le alternative allo shampoo classico di cui vi avevamo già parlato troviamo la farina di ceci e l’argilla marocchina ghassoul (chiamata anche rhassoul). Ora vi parliamo della shikakai, una polvere naturale adatta alla cura dei capelli di origine indiana.

La shikakai viene ricavata dall’Acacia concinna, una pianta originaria dell’Asia. Si tratta di un estratto naturale venduto sotto forma di polvere che viene miscelato con acqua per ottenere un composto dalla consistenza adatta all’applicazione sui capelli e sul cuoio capelluto.

La parola shikakai si può tradurre letteralmente come “frutto per i capelli”. In oriente la polvere di shikakai viene considerata un approccio migliore per la cura di capelli rispetto ai comuni shampoo. Viene utilizzata soprattutto in caso di forfora, per rinforzare i capelli e per aiutarli a crescere.

La shikakai funziona perché viene ricavata dalla corteccia della pianta di Acacia concinna, che è ricca di saponine, dei detergenti naturali. Si tratta di un prodotto delicato che viene consigliato alle persone con pelle sensibile in alternativa allo shampoo.

Come usare la shikakai per lavarsi i capelli

L’utilizzo della shikakai è molto semplice. Si tratta di preparare un composto cremoso miscelando questa polvere indiana con dell’acqua tiepida. Una volta preparato il composto, lo si deve massaggiare sui capelli e sul cuoio capelluto proprio come uno shampoo. Si lascia agire per qualche minuto come un normale shampoo e si risciacqua con acqua tiepida.

In alternativa potrete usare la shikakai unita all’acqua anche come impacco rinforzante per i capelli, aumentando i tempi di riposo del composto prima del risciacquo. La shikakai non è un prodotto aggressivo, ma se avete i capelli secchi potete procedere a cospargerli con qualche goccia di olio di cocco prima di utilizzare la shikakai come impacco o come shampoo.

Nell’uso tradizionale della shikakai, con riferimento alle donne indiane, l’utilizzo della polvere lavante viene preceduto da un massaggio del cuoio capelluto con olio di cocco o con olio di ricino. L’olio viene lasciato agire per 2 o 3 ore. Poi si passa ad un impacco o ad uno shampoo con la shikakai, per eliminare l’olio.

Per utilizzare la shikakai come shampoo o come impacco per capelli fate così. A seconda della lunghezza dei capelli mescolate 2 o 3 cucchiai di shikakai con acqua calda, aggiungendola a poco a poco, fino ad ottenere una miscela omogenea.

Quando il composto si sarà raffreddato, applicatelo direttamente sui capelli umidi e lasciate in posa per 10-15 minuti, nel caso del normale shampoo. Se volete invece fare un impacco con la shikakai, tenete conto che un tempo superiore ai 30 minuti intensifica il suo effetto sul cuoio capelluto e sui capelli. Massaggiate cuoio capelluto e capelli con il composto di acqua e shikakai e infine risciacquate con acqua tiepida.

Dove trovare la shikakai a Ravenna

Potrete trovare la shikakai in polvere come alternativa naturale per il lavaggio dei capelli da Piacersi è Piacere.

Interessato in questo tipo di trattamento? Ti Aspettiamo da Piacersi è Piacere a Ravenna in Via Cassino,73.

Please follow and like us: