Trattamento capelli Olaplex: semplicemente rivoluzionario!

Il trattamento capelli Olaplex: non un trend ma una vera e propria Rivoluzione nel mondo della Cosmesi!

I capelli di una donna sono quasi sempre soggetti a stress chimici, meccanici e termici, quali colorazioni, schiariture (meches, colpi di sole, etc..), permanenti e decolorazioni. Queste procedure le permettono di cambiare look e di vedersi con occhi diversi, ma non aiutano di certo la salute dei suoi capelli.

Tuttavia, c’è un metodo per poter continuare a “rinnovarsi” e contemporaneamente a preservare nel tempo l’integrità della propria chioma: il trattamento ristrutturante capelli Olaplex, un servizio professionale che porta benefici straordinari se applicato su capelli rovinati e indeboliti e che può essere applicato comodamente a casa!

Questo prodotto di ricostruzione capelli rovinati non si limita ad agire superficialmente sulle cuticole, ma arriva fino in profondità all’interno del capello, lavorando in perfetta sintonia con le sue molecole. Ha un’azione ristrutturante, che ricongiunge i ponti bisolfuri che formano la struttura portante della fibra capillare. Alla sua straordinaria efficacia si aggiunge un’incredibile semplicità di utilizzo, che consiste nell’applicare il prodotto e lasciarlo in posa, mantenendo i risultati del sistema grazie a pochissimi passaggi.

Come avrete capito, stiamo parlando di un ristrutturante capelli di alta qualità, capace di ricostruire la struttura e l’integrità del capello, permettendo di moltiplicare e rinsaldare i legami di solfuro danneggiati, in modo da poter eseguire un nuovo servizio di colorazione e schiaritura senza gravare sulla salute del capello.

Le prime due fasi (NO. 1 BOND MULTIPLIER e NO.2 BOND PERFECTOR) possono essere effettuate, prima e / o dopo un servizio chimico in salone una o più volte alla settimana. Per continuare a beneficiare degli effetti positivi senza l’intervento di un professionista, subentrerà poi il prodotto 3, che come già abbiamo detto è facilmente utilizzabile in modo autonomo.

Olaplex capelli è compatibile con tutte le tipologie di cuoio capelluto, da quelli più vergini a quelli estremamente trattati e danneggiati e i risultati sono visibili sin dalla prima applicazione. Combina un delicato profumo di fiori e vaniglia, con la ricostruzione interna, l’immediata idratazione, l’estrema morbidezza e l’elasticità della nostra chioma! Il prodotto è privo di silicone, solfati, ftalati, DEA, aldeidi, glutine e non è mai testato su animali: un unico ingrediente che cambia tutto!

Olaplex: come si usa?

Quasi ogni giorno i capelli di una donna vengono maltrattati. Piastre, arricciacapelli, tinte, schiariture… e i segni sulla nostra chioma sono evidenti! Ormai il danno è fatto e ma per fortuna le cicatrici causate da stress chimici, termici e meccanici possono essere cancellate.  Olaplex trattamento ristrutturante per capelli danneggiati rappresenta il primo passo per trasformare in meglio i nostri capelli rovinati e conferirgli morbidezza e forza. Ma, come si usa Olaplex? Le fasi del trattamento sono tre e prevedono una fase di preparazione dei prodotti seguita dall’effettiva applicazione:

Fase 1

  • La prima fase prevede di mescolare 15 ml di No 1 bond multiplier con 85 ml di acqua in una bottiglia (senza utilizzare un flacone spray), per poi applicarlo dalle radici alle punte su capelli bagnati e tamponati.
  • E’ consentito eseguire uno shampoo leggerissimo per rimuovere l’eccesso di sporco.
  • Dopo aver saturato i capelli e averli pettinati per bene, lasciare in posa per 10 o più minuti.

Fase 2

  • Senza risciacquo, ha inizio la seconda fase, con l’applicazione di una quantità generosa (15 ml) di No 2.
  • Dopo aver ancora un volta pettinato i capelli per distribuire bene il prodotto, lasciarlo in posa per un minimo di 10 minuti o più. Se i capelli sono molto danneggiati si consiglia di prolungare il tempo di posa.
  • Infine si può procedere con le abituali procedure di lavaggio: sciacquare, lavare con uno shampoo e applicare un conditioner.

Fase 3

  • La terza fase è da effettuare a casa e prevede l’utilizzo, tra i vari trattamenti in salone, di Olaplex No 3, per mantenere i risultati ottenuti dal parrucchiere in autonomia.

No.1 bound multiplier, indicazioni!

  • COLPI DI SOLE IN CARTINE: Ricostruzione Olaplex #1 può essere utilizzato per effettuare processi di schiaritura. È importante prestare particolare attenzione alle dimensioni del dosatore del decolorante in polvere che si sta utilizzando e si raccomanda l’uso di una bilancia elettronica per una maggiore precisione nel dosaggio. La quantità di prodotto usata dipende da quella di decolorante in polvere utilizzato. Mescolare decolorante e attivatore insieme.Utilizzare: 20 vol (6%), quando si cerca di raggiungere un risultato da 10 vol (3%), 30 (9%) vol per 20 (6%) e 40 (12%) per 30 vol (9%) Quando si miscela con meno di 15 g di decolorante in polvere, aggiungere 3.75 ml di No.1 Bond Multiplier e quando si miscela con 30-60 g utilizzare 7.5 ml. Eventuali problemi con schiaritura o tempo di posa possono essere risolti usando meno prodotto, facilmente misurabile utilizzando il dosatore in dotazione. L’ultimo step è aggiungere #1 Bond Multiplier alla miscela ottenuta e mescolare accuratamente.Nota: è possibile aggiungere più decolorante in polvere per ottenere la consistenza desiderata. Mescolare un nuova miscela con #1 Bond Multiplier se è necessario più di 60 g di decolorante in polvere per avere un prodotto sempre fresco. Se i capelli sono troppo danneggiati eseguire un servizio rafforzatore dei legami prima e controllare l’elasticità dei capelli. E’ noto che il decolorante ha una reazione di calore al cloro e altri depositi di minerali presenti nell’acqua e sui capelli. Se si ha una reazione di calore, questo non è causata dal prodotto. Ciò è causato dal decolorante che reagisce con tali minerali. Si prega di risciacquare i capelli subito se questo si verifica.
  • BALAYAGE: Per avere un effetto capello schiarito dal sole si consiglia di combinare il prodotto di ricostruzione Olaplex con il decolorante per Balayage. È necessario utilizzare  3.75 ml di #1 Bond Multiplier per 30-60 gr di decolorante, aggiungere la quantità misurata del prodotto all’interno della miscela e mescolare accuratamente. Si prega di notare che con il prodotto e 40 volumi (12%) si sta lavorando a 30 volumi (9%). Un diffusore di calore può essere utilizzato per accelerare il tempo di posa.
  • DECOLORANTE IN PASTA: Per ogni 45-60 g di pasta decolorante, aggiungere 7.5ml di  #1 Bond Multiplier. Se si utilizza più di 45 g di pasta decolorante, è necessario ripreparare una nuova miscela in modo d’avere del prodotto fresco sempre a disposizione.  Nel caso di una quantità inferiore a 45 g, utilizzare 3.75 ml di #1 Bond Multiplier.
  • TEMPO DI POSA: Il tempo di posa varia. Non possiamo dare una media approssimativa, perché ogni chioma è diversa dall’altra. Non vi è alcuna regola, ma sappiamo che è leggermente più lungo. Se vogliamo mantenere l’integrità dei capelli delle nostre clienti, vale la pena aspettare un po’ più di tempo per avere dei risultati migliori.
  • CALORE: Non è vietato utilizzare il calore con Olaplex capelli, ma bisogna tenere conto del fatto che questo agente tende ad accelerare la reazione chimica di tutto e quindi è bene prestare attenzione e controllare ogni 3-5 minuti, come si farebbe normalmente. Se i capelli sono gravemente danneggiati, è vivamente consigliato non utilizzare il calore finché non si sarà ripristinata la salute, la forza e l’integrità del capello grazie ai trattamenti curativi.
  • AUMENTARE I VOLUMI DELL’ATTIVATORE: Aumentare i volumi dell’attivatore solo quando si lavora con il decolorante. Non aumentare l’attivatore quando usiamo colore, gloss o superschiarenti. Non aumentare i volumi dell’attivatore se i capelli sono fini e fragili, sui capelli dei bambini e sui capelli molto danneggiati.
  • DECOLORAZIONE IN CUTE: Il prodotto può essere aggiunto per decolorazioni in cute. In questo caso, utilizzare 3,73 ml di #1 Bond Multiplier per 30-60 gr di decolorante. A causa della sensibilità del cuoio capelluto, si consiglia di non utilizzare più di 20 volumi (6%). Utilizzare un volume superiore a propria discrezione.
  • COLORE E GLOSS: Non inserire mai più di 3.75ml di #1 Bond Multiplier per 60 g di colore base o di gloss. Non è necessario aumentare il volume dell’attivatore. Aggiungere solo No.1 Bond Multiplier a colorazioni che abbiano un tempo di posa minimo di 10 minuti o più. È possibile sovrapporre e utilizzare il prodotto in ogni singolo processo ed eventuali problemi di deposito o schiaritura possono essere risolti utilizzandone una quantità minore. Può essere utilizzato in tutti i colori e in diverse operazioni, tra cui permanenti, semi, demi, gloss, toner e superschiarenti. È necessario utilizzare meno prodotto se la quantità di colore è inferiore a 60 gr. Dopo il risciacquo dei colpi di sole, anche senza eseguire lo shampoo, si può procedere con l’applicazione di un toner.

Cos’è No.2 bond perfector?

Si può così passare alla seconda fase dell’operazione di salvataggio dei nostri capelli. Subentra il secondo prodotto della linea: No.2 Bond Perfector. Non è un trattamento di condizionamento, né un attivatore o un neutralizzante. Utilizza lo stesso principio attivo presente nel No.1 Bond Perfector ed è stato sviluppato in forma di crema per facilitare la sua  l’applicazione. Questo secondo passaggio è necessario per ottenere migliori risultati, poiché il prodotto è utilizzato per collegare i rimanenti legami disolfuro danneggiati per ripristinare la forza, la struttura e l’integrità del capello. A differenza della prima fase, non applicare colore o decolorante su questo prodotto.

Come usa Olaplex 2? Partiamo risciacquando il decolorante o il colore dai capelli, senza eseguire lo shampoo! Successivamente applicare il gloss o il toner, e lasciare in posa, per poi risciacquare e asciugare accuratamente con un asciugamano. Applicare una generosa quantità, 15 ml o più, di No.2 Bond Perfector dalle radici alle punte. Distribuire bene. Lasciare in posa per almeno 10-20 minuti, o prolungare i tempi se i capelli sono particolarmente danneggiati. A questo punto sciacquare ed eseguire lo shampoo e i trattamenti preferiti. #2 Bond Perfector può essere utilizzato come lozione pre-taglio, oppure come trattamento “riparativo” rapido quando non è stato eseguito un trattamento chimico.

 

Trattamento capelli Olaplex con la permanente!

La permanente è uno dei trattamenti più effettuati dalle donne per dare volume alla propria chioma, ma anche uno dei più aggressivi. Con il trattamento capelli Olaplex però anche questo stress può essere superato, seguendo delle semplici istruzioni (post-permanente).

Capelli Normali / Vergini:

  • Mescolare 30 ml di No.1 con 90 ml di acqua.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e applicarvi sopra immediatamente il prodotto.
  • Tempo di posa 10 minuti.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.

Capelli Colorati:

  • Mescolare 30 ml di No.1 con 90 ml di acqua.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e applicare immediatamente il prodotto sovrapponendo al neutralizzante.
  • Tempo di posa 10 minuti.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.

Capelli Colorati con schiariture:

  • Mescolare 30 ml di No.1 con 90 ml di acqua.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e applicarvi immediatamente sopra il prodotto.
  • Dopo un tempo di posa 5 minuti, riapplicarlo e lasciare in posa per altri 5 minuti.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.

Capelli estremamente danneggiati:

  • Utilizzare #1 senza diluire.
  • Applicare il neutralizzante per ogni bigodino e lasciare in posa 5 minuti.
  • Risciacquare e tamponare con una tovaglia.
  • Applicare il trattamento per capelli Olaplex su ogni bigodino.
  • Al termine dei primi 5 minuti di posa, applicare di nuovo il prodotto per lo stesso tempo.
  • Rimuovere i bigodini e risciacquare abbondantemente.
  • Si consiglia di non utilizzare No. 2 dopo una permanente per evitare di appesantire il riccio.

Olaplex: le opinioni di Piacersi èPiacere:

Olaplex funziona? Assolutamente SI! E cosa accade se dopo averlo usato per qualche mese smetto? I legami si romperanno? La risposta è NO! Anche se si smette di usare completamente, i legami di solfuro che il trattamento ha riconnesso sono permanenti. La condizione futura del capello dipenderà da come si continuerà a trattare i propri capelli.

Questo trattamento è un ottimo modo per contribuire a mantenere la struttura del capello forte e sana, lasciando i capelli morbidi e gestibili. Basterà bagnare i capelli, tamponarli, applicare il trattamento ristrutturante capelli Olaplex e lasciarlo in posa per 10-20 minuti. Dopo aver risciacquato, lavato e eseguito gli eventuali trattamenti in salone sulla nostra chioma, vedremo sin da subito gli incredibili risultati! È un grande servizio! Efficace e di qualità, esso racchiude in sé velocità e praticità d’uso. È alla portata di tutte e permette ai capelli danneggiati di riprendere la vivacità e la forza persa dal loro ‘maltrattamento’.

Please follow and like us:

Decolorante per Capelli su Base Naturale: L’ANZA Clay Decolorizer

Il Decolorante all’argilla L’anza

Perfeziona il tuo Balayage e le tecniche a mano libera con 7 livelli si schiaritura controllata. L’argilla, ricca di umidità, assume una consistenza cremosa per una facile spalmabilità. I Capelli rimangono esattamente dove vuoi per il massimo controllo e libertà artistica.

Vita C Plex

Combinazione di ingredienti botanici ricchi di Vitamina C (Estratti di Guava e Pompelmo) che aiutano ad accelerare la decolorazione e riducono perciò i danni rendendo i capelli sani e lucenti.

Arginina

Potente aminoacido che fortifica e protegge il capello durante il processo di schiaritura.

 

Keratin Healing System

Sistema Curativo Cheratinico.
Cura, risana e protegge. Rigenera gli amminoacidi della cheratina, minerali essenziali, lipidi e idratanti, abbinati ad estratti naturali, che interagiscono per garantire risultati eccezionali di cura dello stelo.

Nano Science

Diretti al “Cuore” del capello.
Scienza che micronizza le singole particelle attive degli ingredienti permettendo ad esse di penetrare in profondità nella corteccia, evitando di appesantire il capello.

Triple UV Protection

Protezione dai danni del sole.
Scudi protettivi contro gli effetti nocivi.

Sulfate, Sodium Chloride, Gluten FREE

Delicati ed efficaci.
Formule che rispettano i nuovi canoni di benessere, salute e rispetto per l’ambiente. Prodotti efficaci, delicati sullo stelo.

 

Prodotto disponibile in eslusiva da Piacersi è Piacere, a Ravenna in Via Cassino 73. Venite a Provarlo!

Please follow and like us:
Trattamento Hennè a Ravenna - Piacersi è Piacere

Il potere dell’ Hennè nella cura e nella colorazione dei capelli

Come adoperare l’ Hennè per trattare i capelli stanchi e sfibrati e colorare naturalmente le nostre chiome

L’ Hennè è una pianta sempre più utilizzata per ciò che riguarda la colorazione e la cura dei capelli. Abbiamo descritto il suo utilizzo quando abbiamo parlato, ad esempio, di come coprire i capelli bianchi in maniera naturale. In quell’occasione abbiamo avuto modo di spiegare alcune delle sue caratteristiche. Oggi approfondiremo meglio il discorso. L’Hennè è una delle piante più conosciute nella letteratura erboristica per la cura e la colorazione naturale dei capelli. Il suo nome botanico è Lawsonia Inermis e il suo utilizzo risale a epoche veramente remote. Nelle tombe dei faraoni egizi, ad esempio, sono state ritrovate polveri ricavate dalle sue foglie e utilizzate nei processi di mummificazione.

Oggi le sue foglie sono usate soprattutto nella cosmesi e in alcune funzioni religiose

Nei paesi d’origine, sembra che l’Hennè sia stato utilizzato per una varietà di disturbi: nel suo stato acquoso, per i gargarismi contro il mal di gola e contro le eruzioni della pelle. Alcuni attribuiscono a questa pianta anche proprietà astringenti e antimicotiche. La sua pasta è utilizzata anche per ridurre la febbre e per curare l’emicrania.  L’Hennè rimane comunque conosciuto soprattutto come tintura naturale per i capelli, non essendo state riconosciute in maniera universale le sue proprietà fitoterapiche.

È bene chiarire, però, che non esiste un unico tipo di Hennè. Esistono:

  • l’Hennè classico, comunemente chiamato Hennè rosso che è l’originale, quello estratto dalla Lawsonia Inermis;
  • l’Hennè Indigo, comunemente chiamato Hennè nero, che è ancora una pianta diversa, mescolata all’Hennè per dargli tonalità più scure;
  • l’Hennè neutro, o Cassia Obovata, che non è un vero e proprio colorante, ma aiuta nella cura e protezione dei capelli, rendendoli più corposi, lucidi e sani. In questo caso si tratta proprio di una pianta diversa.

In realtà, le tonalità e i riflessi dati ai capelli dipendono dal colore naturale ai quali vengono applicati.

Le tre tipologie vengono spesse mescolate insieme per dar vita a tonalità differenti. L’Hennè biondo, ad esempio, è il frutto di un mix di queste polveri. Oppure vengono aggiunte altre sostanze naturali, come il mallo di noce, per modificare l’effetto finale. Spesso, nel processo di colorazione e prima dell’applicazione sui capelli, si aggiunge un cucchiaio di aceto o di limone nell’impasto. Questo perché, secondo una teoria non condivisa però da tutti, la colorazione effettuata con l’Hennè diventa stabile con l’aggiunta di soluzioni acide.

La scelta della soluzione da aggiungere dipende molto in questo caso dal tipo di trattamento da fare e dalle caratteristiche possedute dai capelli sui quali deve essere applicato il composto: limone o aceto in caso di capelli grassi, yogurt in caso di capelli lunghi o secchi. La tendenza a prediligere tinture naturali, e nello specifico l’Hennè, a quelle chimiche è legato al fatto che la soluzione in questo caso non penetra all’interno del capello, ma si ferma sulle squame della cuticola, rinforzando la struttura del capello che viene “coperto” divenendo più resistente agli agenti atmosferici e assumendo un aspetto più “sano”.
Le tinture chimiche, invece, forzano l’apertura delle cuticole, in modo da attecchire in maniera permanente. Questo indebolisce i capelli, li rende secchi e spenti e, a lungo andare, tendono a spezzarsi.

L’uso dell’Hennè è in genere raccomandato a chi ha capelli grassi, fragili, sfibrati e chi soffre di forfora, grazie alle sue proprietà purificanti, sebo-regolatrici e astringenti.

In questo caso, come abbiamo accennato prima, viene utilizzato l’Hennè neutro. Potete decidere di creare delle maschere per capelli aggiungendo altri ingredienti come il miele d’acacia, che ammorbidisce e cura la chioma, i semi di lino e l’olio di mandorle dolci.

Da usare in queste proporzioni: 2 cucchiai di Hennè neutro, 2 cucchiaini di miele d’acacia, 1 di olio di semi di lino e 1 di mandorle dolci. Acqua tiepida quanto basta per rendere il composto fluido e omogeneo. Per i capelli lunghi raddoppiate le quantità.

Prima si fluidifica l’Hennè con l’acqua, facendo attenzione che non diventi né troppo liscio, né troppo denso, poi si aggiungono gli altri ingredienti (il miele sarà stato precedentemente scaldato a bagnomaria). SI mescola bene e si lascia in posa per 30 minuti.

In commercio si trovano varie marche di Hennè e, a questo punto, è necessario fare alcune precisazioni. Molto spesso, l’Hennè viene mescolato a degli additivi, dei coloranti sintetici. Uno di questi è il sodio picramato veramente molto comune nei prodotti che si trovano in commercio.

In alcuni casi si tratta di ingredienti pericolosi o che possono causare reazioni allergiche. Sempre meglio, quindi, quando acquistiamo l’Hennè, accertarci della sua composizione e provenienza, affidandoci ad aziende serie e che trattano prodotti veramente bio.

 

Trattamenti Hennè a Ravenna

Da Piacersi è Piacere, a Ravenna puoi prenotare il tuo trattamento Hennè, telefonandoci o cliccando “Prenota un Appuntamento” nel bottone qui a sinistra. Ti aspettiamo!

Please follow and like us:
Piacersi è Piacere - Balayage Ravenna

Che cos’è il Balayage e perchè è cosi popolare?

Cos’è il Balayage?

È una tecnica di colorazione dei capelli che dimostra essere più di una semplice tendenza (Continua ad essere uno dei migliori look di punta del momento). Nonostante tutta la popolarità, molti di noi si stanno ancora chiedendo cos’è il Balayage? L’indizio si trova nel nome stesso. Balayage è una parola francese che significa spazzare o dipingere. E’ Stato originariamente sviluppato in Francia e l’iconico parrucchiere Franck Povost è stato uno dei suoi pionieri. Come tecnica, non è nuovissima. Infatti è in giro dagli anni 70 e già da allora è il punto di riferimento per coloro che vogliono un colore di capelli a bassa manutenzione o come quelli con i capelli scuri che vogliono dilettarsi in un look biondo baciato dal sole.

Come viene applicato il Balayage da Piacersi è Piacere?

Dimenticatevi i fogli meticolosamente posizionati, il bayalage è più artistico. Balayage significa che stai facendo delle penellate a mano sulle aree dei capelli in un movimento ampio, creando un nastro di colore e un bel movimento in tutta la capigliatura, in modo da non sapere dove inizia e dove si ferma un punto culminante. Le evidenziazioni Balayage sono generalmente in sezioni più grandi, a differenza del movimento di tessitura in lamine, quindi sembra che il sole abbia schiarito i capelli naturalmente. Poiché non vengono utilizzate pellicole per applicare il prodotto, le sezioni sono meno sature di quelle tipiche e le linee di demarcazione (ricrescita) sono meno evidenti.

Per rendere il Balayage il più naturale possibile, oltre ai nostri pennelli e spugne facciamo un bel po’ di miscelazione con le dita su tutte le sezioni per assicurarci che il colore sia ben distribuito e che non ci siano linee evidenti.

A chi si più si addice il Balayage?

Dovremmo riformulare questa domanda al contrario: A Chi non si addice il Balayage? Questa tecnica si può applicare con successo su capelli lunghi, capelli corti, capelli medi, dritti o ricci. Ovviamente in caso di capelli molto corti, non è consigliato applicare un Balayage, poiché non ci sono abbastanza capelli per creare quella transizione graduale di colore. Inoltre, non si adatta bene ai riccioli molto crespi, tipo afro, perché i capelli non sono la texture giusta per mostrare la transizione Balayage.

Scegliere la giusta sfumatura di Balayage

Quando si parla di Balayage di solito si pensa a capelli biondi o castano chiaro, ma la verità è che si può fare Balayage su qualsiasi colore dei capelli e con qualsiasi intensità. Basta ricordare che meno l’aspetto è “naturale”, maggiore sarà la manutenzione. Per i capelli neri, le calde tinte brune conferiscono quell’effetto che chiamiamo “Baciato dal sole”, e sui capelli rossi viene comunemente usata una tonalità bionda alla fragola. Bisogna inoltre ricordare che siccome il Balayage è un processo di alleggerimento delicato, possono essere necessarie diverse sedute per ottenere l’aspetto desiderato.

Esempi di Balayage

Nella galleria qui sotto, potete notare l’effetto che il Balayage ha sui capelli. A sinistra prima del trattamento, a destra invece il risultato:

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}
Please follow and like us:

Piacersi è Piacere: 25 tagli scalati da provare subito

Gli hair stylist si oppongono all’idea di un taglio piatto, e per il 2019 si punta sulle scalature per regalare leggerezza e movimento a tutte le lunghezze, non importa se siano corte, medie o extra lunghe

{"arrow":"true","pagination":"true","speed":"300","autoplay":"true","autoplay_speed":"3000","loop":"true","mode_bx":"horizontal","slide_to_show_bx":"1","max_slide_to_show_bx":"1","slide_to_scroll_bx":"1","slide_margin_bx":"0","slide_width_bx":"0","start_slide_bx":"0","ticker_bx":"false","ticker_hover_bx":"true","height_start_bx":"false","random_start_bx":"false","caption":"false"}

Gli haistylist le premiano, le celebrità le amano, le influencer le riscoprono. Già grande trend nel 2018, le scalature anche quest’anno non mancheranno di portare la loro ventata di leggerezza a tutti i tipi di styling. Perché senza di loro il taglio perderebbe di personalità:

«Sono delle alleate preziose che permettono a noi parrucchieri di “confezionare” il taglio giusto per ciascuna delle ospiti dei nostri saloni»,

ci spiega Toni Pellegrino, direttore creativo del gruppo The Best Club by Wella.

CAPELLI CORTI

Il corto mosso ha bisogno di una scalatura rotonda che sarà adattata alle varie forme di viso. Nel caso di volti regolari rendiamo grafico tutto il perimetro della testa eliminando le codine che vengono fuori. Se invece abbiamo dei volti per i quali dobbiamo ridisegnare l’ovale regolare lasciamo delle morbidezze che danno armonia. Per lo styling, il consiglio è di utilizzare delle creme arriccianti.

CAPELLI MEDI

La scalatura di maggiore tendenza per i capelli di media lunghezza ha il sapore dei primi anni Novanta e ricorda i look di Courtney Thorne-Smith, Heather Locklear e delle altre protagoniste di “Melrose Place”, serie cult del periodo. No al liscio assoluto, sì a dei volumi un po’ bombati. Si torna alla maxi spazzola tonda che, oltre a levigare bene i capelli, dà il giusto volume per un effetto rétro con le punte arrotondate verso l’interno. Sì all’utilizzo della piastra per attenuare ed eliminare onde, ricci o effetto crespo. Per lo styling sono consigliati prodotti liscianti, creme e spray idratanti se i capelli sono crespi. Se i capelli sono sottili il prodotto più indicato è una schiuma voluminizzante

CAPELLI LUNGHI

Chi ama i capelli lunghi solitamente vuole delle scalature quasi invisibili sulla parte frontale, con altezza massima al mento. Le layers posteriori si concentrano maggiormente sulla parte superiore della testa per dare volume e per distribuire lunghezza e peso. Nell’insieme si nota dunque la leggerezza, ma non il lavoro del parrucchiere. Anche le irriducibili del lungo e del taglio pari però hanno bisogno di movimento e dinamismo. Per loro i capelli vanno alleggeriti dall’interno grazie a sapienti sfilature che non lasciano alcuna traccia del taglio: tutto ciò serve a destrutturare e creare un movimento non troppo marcato.

Please follow and like us:
Consigli sui capelli Inverno 2018 - Parucchiere Ravenna Paolo Equipe

Colori e tagli di capelli più amati per l’inverno: I Consigli di Paolo Equipe

Cioccolato, caramello, caffè o castagna: il castano è sulla testa di tutte in questo Inverno.
Scopriamo insieme le novità sul mondo dei capelli per essere cool e glamour durante le festività.

Questo inverno ci sta vedendo con colori naturali, una chioma ultra curata e uno styling sbarazzino complici i bob ma il castano, in tutte le sue sfumature, è il vero re dell’inverno. Dalle passerelle di haute couture ai saloni dei parrucchieri, è questo il colore che detta il trend della moda di questo Inverno 2018/2019.

La tendenza di quest’anno è un ritorno a nuances più naturali, in grado di valorizzare al meglio tono e sottotono dell’incarnato.

Quindi quali sono i toni che andranno?

Tutte le tonalità del castano.

Il caramello, più chiaro e luminoso, in grado addolcire i lineamenti, oppure il castagna e il cioccolato, entrambi con una punta di rosso che scaldano la pelle e valorizzano gli occhi verdi o nocciola e il caffè, un colore più deciso, mai banale che è in grado di sostituire il classico nero, donando maggior leggerezza.

Quali sono i tagli più amati?

Il bob è rimasto popolare tra le donne di ogni età. Si sta lasciando alle spalle la filosofia del capello lungo ad ogni costo in favore di tagli più sbarazzini e con maggior personalità giocando così con la lunghezza, scoprendo un po’ la nuca, oppure tenendolo un po’ più lungo, o optando per un taglio asimmetrico. L’importante è lasciarlo leggero davanti, incorniciando così delicatamente il viso.

Qual è il desiderio delle donne per l’anno nuovo? Prendersi cura dei propri capelli!
Un capello sano e luminoso può impreziosire qualsiasi outfit.

 

Consigli sui tagli?

Per le mezze lunghezze consigliamo il bob liscio, super sofisticato e adatto anche alle celebrazioni di questo mese. Le ricce possono dare sfogo al volume, esagerando se occorre! Metti in mostra i capelli ribelli, magari domando ad arte il loro movimento naturale.

Se sei indecisa tra lo sciolto ed il raccolto, non ti resta che giocare con il semi-raccolto, che mixa volumi e forme per un effetto WOW indimenticabile.

In tema di raccolti lo chignon, che sia classico, da ballerina, con la ciambella o accessoriato non delude mai. Dona un’allure sofisticata e di classe ed è adatto a tutte le età e a tutti gli stili. 

Se vuoi dare risalto al tuo Sex Appeal scegli il wet look, uno stile che si reinventa ogni anno, ma che mantiene sempre la sua carica sexy esplosiva.  Le più giovano possono giocare con le trecce, magari quelle in stile boxer originali e moderne.  Per chi ama i raccolti senza troppo impegno ci sono le code, alte o basse a seconda del volume, della lunghezza e del look.

Essendo in arrivo serate in mood natalizio, cene di Gala e poi l’ultima notte dell’anno…  le occasioni per sfoggiare acconciature eleganti sciolti o raccolti (a seconda del tuo stile e dell’immagine che vuoi realizzare) sono tante. Il nostro staff, in Via Cassino 73 a Ravenna è sempre a disposizione per voi.  Da Piacersi è Piacere potete sempre trovare un esperto in grado di guidarvi e consigliarvi nel ritrovare l’immagine ideale. Per informazioni, appuntamenti o altro potete contattarci da qui.

 

Consigli per le festività per avere un capello luminoso e bello?

Bisogna iniziare ad intervenire almeno due o tre settimane prima. Se i capelli sono molto rovinati o ci sono doppie punte bisogna spuntarli leggermente e procedere con una maschera altamente nutriente dal proprio parrucchiere di fiducia.
Il trattamento deve essere continuato a casa, facendo impacchi una o due volte la settimana.
Bisogna fare attenzione durante la delicata fase dell’asciugatura tamponando i capelli con delicatezza, usando solo spazzole di qualità, evitando aria troppo calda e tenendo il phon in posizione perpendicolare rispetto al capello, ad una distanza di 10 centimetri circa.

Please follow and like us:

Hennè – Quali sono i benefici?

L’henné, venduta come colorazione naturale, proviene dalle foglie di questo pianta, che vengono essiccate e polverizzate. Esiste anche l’henné neutra, ovvero incolore, che può essere utilizzata come maschera per capelli.

L’henné è un prodotto totalmente naturale, simile all’argilla, che colora i capelli e allo stesso tempo li rafforza, apportando loro numerosi benefici ed evitando i danni che normalmente causano le tinte convenzionali.

In questo articolo vi sveleremo tutti i segreti dell’henné, dove acquistarlo e come utilizzarlo.

 

Che cos’è l’henné?

“Henné” è il nome arabo di un arbusto, conosciuto come Lawsonia inermis, con cui si prepara fin dall’antichità una tinta naturale di colore rossastro.

La tintura all’henné presente in commercio è ricavata dalle foglie, le quali vengono essiccate e ridotte in polvere. Ed è proprio questa polvere quella che si applica sui capelli per tingerli. L’henné è usato anche per tatuare la pelle in modo naturale e non permanente.

Benefici dell’henné per i capelli

L’henné è un prodotto completamente naturale, senza alcun tipo di sostanze aggiunte. Vanta i seguenti benefici per la salute dei capelli:

  • Non decolora i capelli, quindi non li rovina.
  • Conferisce ai capelli un colore molto naturale.
  • Dà forza e spessore ai capelli, quindi è indicato soprattutto per chi ha i capelli fini o sfibrati.
  • Dopo l’applicazione, i capelli appaiono più luminosi.
  • La durata della tinta è di circa tre mesi. Scompare in maniera graduale, quindi non si notano bruschi cambiamenti di colore.
  • Copre i capelli grigi.
  • L’henné dà ai capelli un colore rossastro, ma in commercio lo si trova in combinazione con altre piante che ampliano la gamma di colori. Esiste anche l’henné neutro, cioè senza colore, da usare come maschera per i capelli.
  • Può essere usato con la frequenza che si desidera.

Pericoli delle tinte tradizionali

Se optate per l’henné, oltre a godere dei suoi benefici per quanto riguarda la salute dei capelli, eviterete gli effetti dannosi delle tinte tradizionali. Queste, infatti, contengono perossido e ammoniaca, due sostanze chimiche che rovinano i capelli e, con un uso prolungato, possono causare i seguenti sintomi:

  • Irritazione del cuoio capelluto.
  • Alterazioni del sebo, quindi problemi di capelli grassi o secchi.
  • Caduta dei capelli
  • Capelli troppo fini oppure dall’aspetto sfibrato e danneggiato.
  • Doppie punte.

Come si utilizza l’henné?

Basta seguire sempre le istruzioni riportate sulla confezione del prodotto.

In generale, i passaggi sono i seguenti:

  • In un recipiente mescolate l’henné in polvere con del succo di limone fino ad ottenere un impasto omogeneo e non troppo denso. Il succo di limone serve a fissare meglio il colore dell’henné.
  • Coprite il recipiente con della pellicola trasparente e lasciate riposare l’henné almeno otto ore. Potete prepararlo prima di andare a dormire ed usarlo il giorno successivo.
  • Lavate bene i capelli, senza usare il balsamo, ed asciugateli con un asciugamano.
  • Dividete i capelli in sezioni e applicate l’henné dalle radici alle punte, come con le tinte tradizionali, coprendo bene i capelli.
  • A questo punto, fasciate i capelli con la pellicola trasparente o una cuffia di plastica e poi avvolgeteli anche con l’asciugamano che manterrà la temperatura adeguata.
  • Lasciate agire almeno un’ora, basandovi sulle istruzioni del prodotto.
  • Infine, lavate i capelli come d’abitudine.

Come vi abbiamo già anticipato, l’henné serve anche a tingere la pelle, quindi prima di utilizzarlo ricordate di indossare dei guanti per evitare macchie poi difficili da eliminare.

Prima di procedere con la colorazione dei capelli, inoltre, applicate un po’ di vaselina sulle zone del viso che rischiano di macchiarsi a contatto con l’henné.

Infine, fate attenzione agli indumenti e agli asciugamani, l’henné li colora facilmente.

Dove prenotare un trattamento all’Hennè?

A Ravenna, puoi prenotare un trattamento all’henné da Piacersi è Piacere – Paolo Equipe. Per maggiori informazioni, potete contattarci o raggiungerci direttamente nel nostro salone in  Via Cassino 73.

Offriamo una vasta gamma di henné di qualità di sola origine vegetale che non contengono ingredienti chimici, anche se al giorno d’oggi in commercio sono presenti diversi prodotti che contengono henné, ma non sono naturali.

 

RSS
Follow by Email
Facebook
Google+
https://www.piacersiepiacere.it/category/trattamento-cappelli/page/2">
Twitter
Please follow and like us:

Cheratina : Impariamo a Conoscerla

La cheratina è una proteina costituita da lunghe catene di amminoacidi, nelle quali sono interposte diverse vitamine ed oligoelementi; diffusa in tutto il regno animale, nell’uomo la cheratina rappresenta il principale costituente di peli, capelli ed unghie. La stessa proteina rientra, per esempio, nella composizione delle setole dei maiali, degli zoccoli delle mucche, delle corna del rinoceronte, della lana e delle piume degli uccelli.

Pur contenendo molti amminoacidi di diversa natura, la cheratina è particolarmente ricca di un amminoacido solforato chiamato cisteina. Grazie ai vari atomi di zolfo, le catene di cheratina possono mantenere una stretta coesione, avvolgendosi in una struttura simile ad un’elica. Sono proprio questi legami, detti ponti solfuro, ad assicurare la rigidità e la solidità di peli, unghie e capelli.

La solidità della cheratina può tuttavia essere minata dall’utilizzo prolungato di sostanze chimiche, come quelle contenute nelle tinture per capelli o negli shampoo più aggressivi. Anche l’esposizione agli inquinanti atmosferici, trattamenti fisici (permanente, piastra, phon troppo caldo), alcuni farmaci, lo stress ed una lunga lista di patologie, possono portare al degrado della struttura cheratinica dei capelli.

Dato che il processo di cheratinizzazione è regolato da ormoni, fattori genetici e dalla disponibilità di vari micronutrienti, carenze dietetiche possono provocare un’anomala cheratinizzazione, con conseguente sofferenza strutturale dei nostri capelli; è vero, in farmacia si trovano numerosi supplementi a base di amminoacidi, vitamine ed oligo-elementi, dedicati alla salute dei capelli. La parte del leone la fanno tuttavia i prodotti ad uso topico, spesso a base di proteine cheratino-simili che, aderendo alla superficie esterna del capello, lo voluminizzano, ricompattando le sue fibre proteiche.

Nonostante l’efficacia di alcuni prodotti, la salute del capello non può prescindere da un’alimentazione equilibrata, che apporti le giuste quantità di proteine, vitamine e minerali necessari per la sintesi di cheratina; Anche l’attività fisica costante giova alla salute dei capelli, poiché attraverso il sudore si eliminano le tossine che ostacolano l’attività proliferativa del bulbo. Occorre tuttavia tener presente che il sudore, la maggiore esposizione al sole e agli agenti inquinanti, i frequenti lavaggi, il cloro delle piscine, l’eccessiva perdita di acqua e sali minerali, possono indebolire i capelli e favorirne la caduta. A maggior ragione uno sportivo dovrebbe quindi essere particolarmente attento alla propria dieta e all’utilizzo di shampoo delicati, adatti per lavaggi frequenti.

Infine, vista la loro estrema pubblicizzazione in internet, è opportuno spendere qualche parola sui prodotti mascheranti (camouflage) a base di microfibre di cheratina. Si tratta, in sostanza, di rimedi estetici efficaci nel camuffare il diradamento, ma assolutamente inutili per curarlo. L’impressionante effetto volumizzante sulla chioma è ottenuto attraverso l’impiego di microfibre di cheratina in polvere, in grado di integrarsi con i capelli rimasti per attrazione elettrostatica.

Qualora non si fosse già fatto, prima di ricorrere a questi “trucchetti” è opportuno rivolgersi al proprio parucchiere di fiducia o ad un centro tricologico specializzato, per cercare di risolvere e quantomeno ritardare, la caduta dei capelli.

Nel nostro salone, tutti i trattamenti curativi alla cheratina sono privi di folmaldeide e quindi rispettano il cuoio capelluto e la tua salute.

Please follow and like us:

Alopecia e Caduta dei capelli: Che cosa fare?

Please follow and like us:

Moda Capelli Autunno/Inverno 2018

Dai capelli lunghi, ai tagli corti fino alle acconciature di media lunghezza più alla moda: una panoramica su quelli che saranno i trend che la faranno da padrone nei prossimi mesi invernali. Ma non è finita qui, oltre a tagli e acconciature che sarà doveroso sfoggiare per essere trendy e impeccabili, vi illustreremo anche le tendenze all’ultimo grido, i must have e i colori più alla moda tra cui scegliere per rinnovare il vostro stile o stupire, soprattutto se siete della fervide sperimentatrici o delle appassionate “beauty victim”.

I capelli lunghi, si sa, non passano mai di moda, e mai come quest’anno regnano incontrastati tra le scelte più trendy della moda capelli. In particolare, il 2017 premia capelli lunghissimi, extra-size, da portare a carrè o con tagli più scalati, mossi o effetto frisè. Anche l’effetto wet si annovera tra le tendenze più in voga del prossimo autunno-inverno, continuando un trend piuttosto chic e sensuale, che si era già imposto tra le passerelle della moda dello scorso anno.

Come lo scorso anno, anche nel 2017 sarà il long bob a fare la parte del leone, anche se – va detto – questa volta si richiede la frangia. Il carrè lungo con frangia scalata è infatti il taglio medio per eccellenza dell’autunno inverno 2017.

Anche il wob, i caschetti dall’effetto messy e i tagli medi scalati saranno tra le scelte più apprezzate del prossimo inverno. A movimentare il tutto, ci pensa lo swag, un taglio medio-corto dall’anima punk-rock di derivazione Seventies, caratterizzato da importanti scalature sulle lunghezze e da una frangia lunga e piuttosto sfilata: un omaggio allo stile spettinato e selvaggio, per quanti vogliono osare con stile.

Tra i tagli corti invece, il carrè netto con frangia corta sarà il must have imprescindibile per essere alla moda.

Ma non solo, bob destrutturato, pixie cut e tagli à la garçonne sono tra le acconciature più in voga per le amanti dei tagli corti.

Come dicevamo, la frangia rappresenta la tendenza più in della moda capelli 2017. Da sfoggiare lunga e sfilata con long bob o corta e simmetrica con carrè alla pari, la frangia è la regina indiscussa dei tagli del prossimo autunno inverno.

Ma sono moltissime le varianti concesse: lunga e folta, che vada quasi a coprire le sopracciglia, sfilatissima, laterale, simmetrica e perfetta, cortissima o irregolare. Insomma, ogni versione è ben accetta purché la si sfoggi.

Saranno pieni e definiti i colori di capelli dell’autunno inverno 2017, con un grande trionfo del castano, in tutte le sue sfumature, e del rosso, da sempre tra le tinte più amate di sempre. In particolare sarà il bold burgundy il colore più originale per le amanti del rosso, a fianco al broux, un mix sensuale di rosso e castano scuro che aveva già spopolato lo scorso anno insieme al cherry bombre.

Grande scelta anche per le more, decisamente le favorite dalla moda capelli 2017: chocolaute mauve e tiger eye sono infatti i trend irrinunciabili per chi sfoggia capelli castani. Tra i biondi invece, spopolerà il platino, già molto apprezzato lo scorso anno, insieme a tonalità fredde e glaciali, rispetto ai bronze e ai colori dorati.

Un colore che da qualche stagione sta avendo grande fortuna è il grigio, quest’anno declinato nella sfumatura smokey grey, tendente al nero e con effetto degradé per un look chic e originale al tempo stesso.

Non mancano poi tocchi di colore eccentrici e particolari: anche in questo 2017 infatti, tra le “teste matte”, domineranno le tonalità dei rosa e dei fucsia, continuando il trend che era iniziato lo scorso anno con il rose gold e le sfumature del rosa quarzo. Ce lo dimostra anche la conduttrice Caterina Balivo, tra le primissime celebrities a cedere alla tentazione, con un caschetto rosa deciso e chic al tempo stesso.

Please follow and like us: